Orrore a Cagliari, “cane abbandonato e morto di stenti nonostante le tante segnalazioni fatte”

La denuncia di Anna Rita Salaris, coordinatrice sarda del Movimento Animalista: “Il povero animale lasciato solo, sotto la pioggia, in un’abitazione vicino a Molentargius. Ho mandato email a Municipale e carabinieri, purtroppo sono intervenuti troppo tardi. Chi ha maltrattato quell’animale deve pagare

di Paolo Rapeanu

“Ho mandato email, fatto telefonate, chiesto se erano stati presi provvedimenti, ma nulla”. È furiosa Anna Rita Salaris, coordinatrice della sezione sarda del Movimento Animalista. Il 27 novembre scorso ha inviato una email alla polizia Municipale di Cagliari: oggetto “Richiesta intervento urgente per animali di affezione”. La Salaris, su segnalazione di un suo contatto, ha saputo che nella zona di Molentargius, dentro un’abitazione privata, “c’era un cane abbandonato, sotto la pioggia. Ho segnalato il possibile caso di maltrattamento, la persona che mi ha segnalato tutto mi ha detto di aver anche avvisato i carabinieri”, afferma la Salaris.
I giorni, però, sarebbero passati, e il 29 novembre “mi è stato comunicato che il cane era morto già dal giorno prima”. Arrabbiata, la Salaris ha scritto un’altra lettera a polizia Municipale e carabinieri: “Mi è stato comunicato che il cane è stato rinvenuto, ieri, ormai deceduto. A questo punto chiedo di avere copia del verbale d’intervento e richiesta all’Asl di ritiro del cane per effettuare l’autopsia, affinchè sia possibile accertare la causa del decesso ed eliminare ogni possibile dubbio sullo stesso.
Si ricorda che la segnalazione fatta, non solo da me ma anche da un’altra persona, presentava un
possibile maltrattamento ed abbandono di animale”, … “il maltrattamento e l’abbandono di animale sono reati penali perseguibile per legge, sarà quindi mia premura andare fino in fondo alla faccenda”.
(Foto simbolo)


In questo articolo: