“Nel nuovo stadio negozi sportivi e niente centri commerciali”

Delle preoccupazioni dei commercianti per gli spazi commerciali che nasceranno nel nuovo stadio si fa portavoce il presidente Bertolotti. La proposta di Confcommercio è puntare a tematizzare i nuovi spazi a licenze commerciali dedicate allo sport.

Delle preoccupazioni dei commercianti riguardo agli oltre diecimila metri quadrati di spazi commerciali che sorgeranno  nel nuovo stadio sant’Elia si fa portavoce anche il presidente di Confcommerico Alberto Bertolotti. La superficie della grande distribuzione che potrebbe nascervi all’interno alimenterebbe  non pochi scenari nefasti e incubi per le piccole e medie attività commerciali di Cagliari e Hinterland. Confcommercio lancia quindi una proposta attraverso una nota ufficiale.

“Abbiamo aperto un dialogo perché, come nostro stile, la nostra associazione di categoria non vuole certo un muro contro muro ma avviare un confronto di merito ed una eventuale collaborazione fattiva sulle scelte che verranno fatte e che possono, in questo caso, oltre che ammortizzare l’investimento della newco, soprattutto – se bene armonizzate – essere convenienti per tutti gli attori commerciali dell’area metropolitana di Cagliari  – spiega Bertolotti – Cagliari e il suo hinterland ha una densità di Gdo tra le più alte in Italia ed è calcolato che ogni posto di lavoro generato da queste grandi strutture di vendita toglie circa quattro posti nel tessuto degli esercizi commerciali tradizionali. Questo dato deve essere tenuto in grande considerazione, soprattutto nel momento di crisi nel quale sta vivendo il tessuto economico cittadino – osserva -.

La nostra proposta, della quale discuteremo anche in prossimi incontri, è quella di armonizzare la metratura commerciale del nuovo stadio con il tessuto commerciale cittadino puntando a ‘tematizzare’ i nuovi spazi a licenze commerciali dedicate a sport e  tempo libero. Sarà inoltre fondamentale realizzare un’analisi preliminare per conoscere le esigenze commerciali del quartiere Sant’Elia – aggiunge – senza comunque perdere mai di vista l’obiettivo di poter finalmente regalare alla Sardegna uno stadio degno di questo nome. Ci piacerebbe  che il nuovo stadio Sant’Elia, in tema di Cagliari-città dello Sport e capitale dell’Isola-qualità della vita, diventi il primo modernissimo modulo di una serie di interventi strutturali tesi a che queste definizioni non rimangano solo uno slogan. Su questo, ovviamente, chiediamo precisi segnali nelle scelte politiche e di bilancio da parte del Comune di Cagliari e della Regione Sardegna”.