Narcao rende omaggio al grande B.B. King

Stasera è tempo di Italian Blues Night. Sul palco Francesco Piu, Hadacol e Rico Blues Combo

Si è chiusa sulle note di “Stand by me”, cavallo di battaglia di B. B. King, leggendario chitarrista e cantante statunitense scomparso lo scorso 14 maggio all’età di 89 anni, la prima serata della XXV edizione del Narcao Blues festival. E non poteva esserci finale migliore ieri, con il pubblico a ballare sotto il palco, per la prima delle quattro serate della rassegna internazionale di musica afroamericana che, dal 22 al 25 luglio, trasformano Narcao, tranquillo centro del Sulcis, in una piccola capitale della musica del diavolo.

Più di ottocento spettatori hanno salutato l’ingresso sul palco di piazza Europa dei “The Two”, duo proveniente dalla Svizzera e composto dai musicisti Thierry Jaccard e Yannick Nanette, che hanno aperto la kermesse e subito conquistato il pubblico presente.

Ma ancor prima a salire sul palcoscenico è stato Gianni Melis, direttore artistico della rassegna che ha ricordato la figura del grande B. B. King e ringraziato musicisti, sponsor privati, enti pubblici e soprattutto <il meraviglioso pubblico che, anno dopo anno, ci onora della sua presenza e ci stimola a non mollare>. E poi ha sottolineato che <venticinque anni sono un bel pezzo di strada e in quest’arco di tempo molte cose sono successe. Alcuni amici ci hanno lasciato non per loro scelta ma per volontà del nostro Signore e saranno sempre nei nostri cuori. Altri perché i casi della vita li hanno allontanati e non possono più dare il loro contributo. A tutti va la nostra riconoscenza, la nostra stima e amicizia per aver contribuito ai successi di questo festival>.

A prendersi la scena, dopo averla conquistata già la scorsa edizione, sono poi stati i Playing for Change. E per i dieci artisti di strada di varie etnie, uniti dalla musica e da un progetto di pace e solidarietà verso i paesi del Terzo Mondo, sono bastate poche note per dare subito sfogo alla loro energia e, sotto la carismatica guida di Elliot “Grandpa” Smalls Aka, vero virtuoso dell’armonica, e la verve e la voce di Clarence Dekker, trascinare per due ore il folto pubblico in balli e canti che dal blues passavano al soul, e dal reggae al pop senza trascurare il classico rock’n’roll.

Questa sera (giovedì 23 luglio), sempre a partire dalle 21.30, sarà la volta della “Italian Blues Night”, serata interamente dedicata ai bluesman italiani a cui il festival di Narcao deve tantissimo. Sul palco di piazza Europa si alterneranno così Francesco Piu, unico musicista sardo ad aver varcato i confini europei e legato a doppio filo con la rassegna sulcitana; gli Hadacol, trio che nasce dalla creatività di Mario Insenga, uno dei più longevi ed eclettici artisti italiani, e infine il quartetto della Rico Blues Combo, band che festeggia proprio a Narcao il trentennale della sua fondazione. Tutti e tre, dopo aver eseguito ciascuno la propria musica, chiederanno la serata fondendosi in un unico gruppo per una particolare e unica jam session.

Domani (venerdì 24 luglio) grande attesa per la “Guitar Night”, la notte delle chitarre. Da non perdere l’esibizione di due grandi band: Sue Foley & Peter Karp band e di Mike Zito & The Wheel.

Il festival, che si avvale della direzione artistica di Gianni Melis, è organizzato dall’Associazione Culturale Progetto Evoluzione, con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna Assessorato alla Pubblica Istruzione Sport e Spettacoli e Assessorato al Turismo, della Provincia di Carbonia Iglesias, della Fondazione Banco di Sardegna e del patrocinio del Comune di Narcao.

A fare da sfondo alla rassegna musicale, come di consueto, sarà Piazza Europa, piccolo anfiteatro al centro del paese. L’arena sarà così scenario per quattro intense serate, a partire dalle 21.30, di 10 concerti con la consueta e ormai collaudata formula dei due gruppi per serata. Band che non mancheranno di animare la comunità di Narcao e, in particolare, di regalare tanta musica ed emozioni a tutti gli appassionati del Blues. Il costo del biglietto è di 12 euro quello intero, 10 quello ridotto e 30 euro è il prezzo dell’abbonamento per l’intera rassegna musicale.

Da non perdere poi, durante l’intera rassegna musicale, l’appuntamento con il “DopoFestival” dove, in località Santa Croce, si potrà continuare ad ascoltare blues di alta qualità con la musica dei “New Butterfly Blues Band”(il 22 e il 24 luglio) e l’esibizione dei “RAB4 Band” (23 e 25 luglio).


In questo articolo: