Monserrato, simula un furto e abbandona l’auto in avaria davanti al meccanico: nei guai 68enne di Capoterra

L’audizione di diversi testimoni ha però consentito ai militari di ricostruire quanto accaduto e far emergere il comportamento spregiudicato del 68enne che si colloca ai limiti della calunnia. 

Nella mattinata odierna i carabinieri di Monserrato depositeranno alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari un’informativa di reato inerente alla denuncia in stato di libertà per simulazione di reato, redatta a carico di un 68enne di Capoterra, pensionato, già noto agli uomini dell’Arma. La storia sembra paradossale ma è reale. A febbraio 2020 l’uomo aveva condotto la propria auto, non più marciante per problemi meccanici, presso un’officina di Monserrato. Dopo aver ricevuto un preventivo di riparazione che aveva ritenuto non conveniente in relazione al valore del mezzo, invece che recuperarla e rottamarla affrontando dei costi inevitabili, l’aveva semplicemente lasciata davanti all’officina.

A nulla erano valse le ripetute richieste del meccanico affinché l’auto venisse portata via. Alla fine quella vecchia auto ferma per strada da troppo tempo aveva attratto l’attenzione dei vigili urbani che avevano costatato come il mezzo fosse privo di assicurazione. A seguito delle rimostranze del titolare dell’officina la vicenda è giunta ai carabinieri che da alcune verifiche in banca dati si sono resi conto del come di quel mezzo il proprietario avesse falsamente denunciato il furto ad opera d’ignoti il 26 settembre 2020 alla Stazione carabinieri di Cagliari Villanova. Aveva ritenuto così di scrollarsi di dosso ogni problema anche a rischio di gettare ombre e sospetti sull’artigiano che deteneva il mezzo in conto riparazione. L’audizione di diversi testimoni ha però consentito ai militari di ricostruire quanto accaduto e far emergere il comportamento spregiudicato del 68enne che si colloca ai limiti della calunnia. 


In questo articolo: