Monserrato, muore a 82 anni Antonio Lai: “Addio a uno dei primi trapiantati sardi di fegato”

Lacrime in città per la scomparsa dell’anziano. Nel 2004 il trapianto al Brotzu, uno dei primi casi certificati nell’Isola: “Piangiamo una persona splendida, è riuscito a veder crescere i figli e i nipoti”

È morto a 82 anni Antonio Lai. Monserratino doc, ex agricoltore, sposato e con figli, il suo cuore ha cessato di battere qualche ora fa. Ed è lutto in tutta la città. Lai era un socio della Prometeo onlus ed è stato tra i primi sardi a poter beneficiare di un trapianto di fegato, nel lontano 2004, all’ospedale Brotzu. Una donazione che gli ha permesso di vivere per tanti anni. A ricordarlo, molto commosso, è il presidente Pino Argiolas: “Uno dei figli ha sempre guidato il pullmino durante le nostre gite. Antonio, il 17 agosto 2004,è stato tra i primi trapiantati di fegato della Sardegna. Al Brotzu, infatti, professor Fausto Zamboni aveva iniziato ad eseguire trapianti nel mese di aprile dello stesso anno. Una persona dolce e sempre disponibile con tutti, Antonio, ci conoscevamo sin da prima del trapianto”.
Un trapianto che, come ricorda Argiolas, “gli ha permesso di vivere tanti anni, riuscendo a veder crescere i suoi figli e i suoi nipoti. Stava lottando contro un’infezione, era stato anche ricoverato al Brotzu, sempre seguito dai medici della Chirurgia. Esprimo le mie più sentite condoglianze alla moglie, ai figli e a tutti i suoi parenti”. 


In questo articolo: