“Momenti di riflessione sull’importanza delle api nell’ecosistema del pianeta terra”: un incontro a Quartucciu

Importante iniziativa venerdì 9 luglio in località San Gaetano a Quartucciu: sarà inaugurata anche un piccolo apiario di tre arnie

Lo sviluppo sostenibile è stato uno dei grandi temi affrontati dal Soroptimist International nel biennio 2019/21. Moltissimi club si sono impegnati in un progetto dedicato all’ambiente sia per ricordare nel centenario della fondazione le socie fondatrici che salvarono dalla distruzione una foresta di sequoie, sia per sensibilizzare la società contemporanea su i rischi che il cambiamento climatico sta recando alla vita sul nostro pianeta.

Il club CAGLIARI, dopo aver realizzato un progetto finalizzato a ridurre la presenza di rifiuti plastici nel mare, utilizzando ” Seabin” (cestino mangiaplastica), ha voluto rafforzare la sua azione, partecipando anche al progetto nazionale del centenario ” OASI DELLE API”

Con questa finalità, il nostro club ha dotato la fattoria sociale multifunzionale a conduzione femminile “Abitare con il verde”, situata nell’hinterland cagliaritano, in località San Gaetano — Quartucciu, di un piccolo apiario di tre arnie con relativi sciami.

L’inaugurazione si terrà il 9 luglio e sarà preceduta da una tavola rotonda: “Momenti di riflessione sull’importanza delle api nell’ecosistema del pianeta Terra”, e da una dimostrazione pratica con l’utilizzo di un’ arnia didattica della gestione di un apiario. Di seguito in collaborazione con Slow Food si terrà un laboratorio del miele.

Le famiglie di API saranno amorevolmente curate dalla custode delle api Paola Cannas e dalle ragazze e ragazzi dell’associazione Anfass, che si occupa della tutela dei diritti di persone con disabilità intellettive e relazionali e che nella fattoria portano avanti un percorso di riconnessione con la natura per acquisire un maggiore equilibrio psicofisico. Per questo fine le ragazze/i hanno collaborato alla realizzazione di alcune aiuole con piante mellifere che serviranno ad alimentare il piccolo apiario dove le api avranno la possibilità di vivere, volare, impollinare, nutrirsi e produrre il miele.

Il progetto vuole unire l’intento di proteggere questi insetti così straordinari e indispensabili per il nostro ecosistema di cui sono un indicatore biologico della qualità dell’ambiente, con la volontà di dare alle ragazze/ i dell’associazione Anfass di partecipare attivamente alla fase operativa, portando avanti un percorso che ben rappresenta come il benessere umano e la sostenibilità ambientale siano intimamente legati.
Lo spazio dell’ OASI simboleggia una scommessa sulle api e quindi sul nostro futuro.


In questo articolo: