Il Ministero premia per il miglior paesaggio la cantina della Marmilla

Il prestigioso riconoscimento alla cantina della Marmilla, e soprattutto al suo paesaggio

Questo pomeriggio (17 aprile) alla presenza del Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina, la Cantina Su’entu riceverà il prestigioso riconoscimento “Wine Landscape 2.0”, a ritirare il premio la famiglia Pilloni accompagnata dagli architetti Mario Casciu e Francesca Rango. Il premio promosso dalla rivista internazionale di architettura del paesaggio Pysage Topscape in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole, si terrà all’interno del più importante appuntamento nazionale dedicato al mondo del vino, la 52° esima edizione del Vinitaly di Verona. Con questo appuntamento si vuole porre l’attenzione sull’importanza che oggi rivestono le cantine che rappresentano l’eccellenza del Made in Italy, unendo in un unico spazio i luoghi di produzione e degustazione, con una grande attenzione rispetto alla bellezza del paesaggio. La Cantina Su’entu di Sanluri nata dall’intuizione del suo fondatore Salvatore Pilloni, sarà l’unica cantina Sarda a ricevere tale riconoscimento, e sarà in compagnia di importanti realtà nazionali come Cantina Solaia, Tenuta Guado al Tasso, Cantina Pizzolato, Tenuta Mara e Cantina Réva.

L’amministratore unico della Cantina Su’entu Valeria Pilloni, non nasconde l’emozione per tale riconoscimento, infatti ha dichiarato: “Il sogno della nostra famiglia di valorizzare le colline della Marmilla, ha preso corpo, questo riconoscimento è importante per noi e per l’intero territorio ci rende orgogliosi per la strada intrapresa. Oggi la sfida prosegue attirando verso la Cantina e la Marmilla un turismo sostenibile e di qualità”. Attualmente l’azienda guidata da Valeria, Roberta e Nicola Pilloni, tra vigna e cantina impiega in un territorio difficile come la Marmilla, una ventina di addetti. La Cantina Su’entu produce nove vini ai quali si aggiunge il decimo Nina Rosé. Attualmente con rese molto basse legate alla forte siccità della Marmilla la cantina produce duecentomila bottiglie. La direzione commerciale è affidata ad Andrea Balleri, già miglior sommelier d’Italia nel 2013, che ripartisce i vini per un 50% nel mercato regionale, 25% nazionale e il restante 25% internazionale, Svizzera, Francia, Gran Bretagna, Germania, Stati Uniti, Giappone, Corea del Sud e Australia sono alcuni dei mercati nei quali l’azienda è presente.


In questo articolo: