Mettono in vendita la casa, ma i proprietari non sanno nulla: due denunce a Fluminimaggiore

Denunciati per “violazione di domicilio” un 58enne e un 62enne disoccupati del paese, entrambi noti ai militari per vicende pregresse.

Ieri a Fluminimaggiore, i carabinieri della locale stazione, a conclusione di indagini e accertamenti documentali scaturiti dalla denuncia formalizzata da una coppia di coniugi del luogo, hanno denunciato per “violazione di domicilio” un 58enne e un 62enne disoccupati del paese, entrambi noti ai militari per vicende pregresse.

I denunciati, adducendo falsamente diritti su un immobile sito in via Vittorio Emanuele, di proprietà dei denuncianti, si erano introdotti all’interno del citato immobile, apponendo un cartello recante la scritta “vendesi” e successivamente avevano cercato di chiudere con dei pannelli di legno, i vari accessi all’abitazione, venendo infine sorpresi e fermati dai legittimi proprietari. Lo scopo dei due doveva verosimilmente essere quello di vendere l’immobile o incassare comunque un anticipo da compratori che fossero caduti nel tranello, prima che i legittimi proprietari si fossero resi conto di quanto stesse avvenendo.  Si tratta di un genere di business innovativo che avrebbe potuto avere degli interessanti sviluppi, attraverso la vendita di ulteriori immobili altrui.


In questo articolo: