Messe in Sardegna, alt dei Vescovi a Solinas: “Riaprirle? Decidiamo noi, e non siamo stati neanche consultati”

Esplode la polemica sulle riaperture alle Messe in Sardegna annuncia oggi dal Governatore Solinas: “I Vescovi sardi, pur apprezzando l’attenzione che il Presidente Solinas ha rimarcato nella conferenza stampa di oggi verso l’apertura delle chiese alle ‘celebrazioni eucaristiche’, si riservano di leggere e valutare il testo dell’ordinanza regionale che verrà firmata, tenendo conto che non sono stati consultati precedentemente e che decisioni di questo tipo competono unicamente all’Autorità ecclesiastica”

Messe in Sardegna, stop dei Vescovi a Solinas: “Riaprirle? Decidiamo noi, e non siamo stati neanche consultati”. Esplode la polemica sulle riaperture alle Messe in Sardegna annuncia oggi dal Governatore Solinas. C’è un comunicato ufficiale del Presidente della Conferenza Episcopale Sarda, monsignor Antonello Mura che sembra non avere gradito il via libera alla funzione dell’eucarestia: “I Vescovi sardi, pur apprezzando l’attenzione che il Presidente Solinas ha rimarcato nella conferenza stampa di oggi verso l’apertura delle chiese alle ‘celebrazioni eucaristiche’, si riservano di leggere e valutare il testo dell’ordinanza regionale che verrà firmata, tenendo conto che non sono stati consultati precedentemente e che decisioni di questo tipo – precisa monsignor Mura – competono unicamente all’Autorità ecclesiastica”. E la pagina Fb NewsChorusChorus,. vicina alla Diocesi di Cagliari, aggiunge: “L’autorizzazione delle messe da parte della Regione Sardegna dal 4 maggio non fa altro che mettere in difficoltà i vescovi sardi che aspettavano indicazioni a livello nazionale per predisporre in sicurezza il ritorno in chiesa dei fedeli. C’è un forte odore di strumentalizzare i cattolici per ragioni di consenso politico”. Se non è uno scontro tra Chiesa e Regione, poco ci manca.


In questo articolo: