Batosta in arrivo per le famiglie anche in Sardegna, da venerdì aumentano luce e gas

Rincari record, nonostante le promesse di Draghi, che rischiano di gettare sul lastrico le famiglie quando ancora stanno provando a riprendersi dai danni della pandemia. La bolletta dell’elettricità aumenterà del 29,8% e quella del gas del 14,4%

Non sono bastate né le promesse di Draghi né i 3 miliardi investiti dal governo per provare ad arginare i danni: per gli italiani, e dunque per i sardi, si prospetta già dal prossimo fine settimana un futuro di lacrime e sangue. Perché già da venerdì, e dunque nel trimestre ottobre-dicembre, la bolletta dell’elettricità aumenterà del 29,8% e quella del gas del 14,4%. Lo fa sapere l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente. “La straordinaria dinamica dei prezzi delle materie prime verso i massimi storici e le alte quotazioni dei permessi di emissione di CO2, avrebbero portato ad un aumento superiore al 45% della bolletta dell’elettricità e di oltre il 30% di quella del gas”, spiega l’Arera, che è intervenuta grazie al decreto di urgenza del Governo che ha stanziato le risorse necessarie.

I calcoli fanno paura: per l’elettricità nel 2021 la spesa annuale per la famiglia-tipo sarà di circa 631 euro, con una variazione del +30% rispetto al 2020 (corrispondente ad un aumento di circa 145 euro su base annua), fa sapere l’Arera calcolando gli effetti finali in bolletta degli incrementi. La spesa annuale della famiglia-tipo per la bolletta gas nel 2021 sarà di circa 1.130 euro, con una variazione del +15% circa rispetto al 2020 (corrispondente ad un aumento di circa 155 euro su base annua). Per ora nessuna reazione della politica, a fronte di uno degli aumenti più alti di sempre in assoluto, quando la gente sta ancora tentando di riprendersi dagli enormi danni provocati dalla pandemia. La politica per ora tace, e a rimetterci sono sempre e soltanto i cittadini.

 


In questo articolo: