In trappola Sergio Abis, 62 anni: scoperto il gestore del blog Untore

Era un cagliaritano residente a Torino il gestore del blog Untore che in maniera vigliacca diffamava archeologi, studiosi e giornalisti. Procura e Polizia Postale al lavoro per scoprire autori e complici del blog anonimo e zeppo di insulti

Svolta improvvisa nell’inchiesta condotta dalla Procura e dalla Polizia Postale su Untore Blog, il sito che protetto dall’anonimato ha diffamato negli ultimi 12 mesi archeologi, politici e giornalisti. Il cerchio si chiude e presto potrebbero saltare anche i nomi dei complici di Sergio Abis, il 62enne cagliaritano residente a Torino che secondo gli inquirenti avrebbe gestito il blog dell’Untore. Un blog che ha ricevuto decine di querele per diffamazione, dopo essersi scagliato in maniera vigliacca e con strane firme (una su tutte, Rokko Nieddu) su diverse persone. Un blog zeppo di insulti lanciati anche contro assessori e studiosi di un ramo, l’archeologia, finito al centro del mirino degli attacchi. 

Ecco come sono andate le cose secondo la notizia publicata oggi dall’Unione Sarda. Fatale un post pubblicato senza schermatura: gli agenti della Polizia Postale coordinati dall’ispettore Roberto Manca sono risaliti al pc, che si trovava nella casa di una donna a Torino. Gli inquirenti il 13 novembre sono andati nell’abitazione dove abita Daniela Piccone. E hanno scoperto la presenza di Abis, che si era reso irreperibile da diversi mesi.L’uomo aveva avuto in passato qualche guaio proprio per traffico di reperti archeologici, e dovrà rispondere di diffamazione a mezzo Internet. Ma non finisce qui: l’uomo ha scoperto dalla “visita” degli inquirenti di essere sotto processo per bancarotta per la strana gestione di una società. E come ha reagito? Andando ad accoltellare due persone: l’uomo è andato subito dai soci chiedendo la restituzione di una somma di denaro che considerava dovuta. L’amico Fiocco era però all’estero, accusato di un altro crac, e Abis ha allora incontrato il figlio Matteo. Al diniego dei soldi, ha colpito con un coltello Matteo Fiocco e l’altro socio Luigi Carlo Brambilla. Abis è scappato in Sardegna , per poi costituirsi alla Polizia. Dunque il blog Untore passava per il suo pc. E adesso si potrebbe risalire ai suoi complici, e sono in molti a tremare nel mondo degli archeologi e tra gli autori del blog.


In questo articolo: