Il maltempo arriva in Gallura: bombe d’acqua, temporali, crolli e allagamenti

Olbia, Monti e Padru le zone più colpite dal ciclone che ha spostato la sua forza devastatrice nel nord della Sardegna. Massima allerta della Protezione, mentre a Cagliari ha ricominciato a piovere. GUARDATE il VIDEO

Il maltempo devasta anche la Gallura: bombe d’acqua e forti temporali si sono abbattuti a più riprese nel nord Sardegna provocando crolli, smottamenti e allagamenti in tutto il territorio. I disagi più gravi sono stati registrati a Olbia, Padru e Monti, dove i vigili del fuoco sono stati letteralmente tempestati dalle richieste d’aiuto e sono dovuti intervenire per mettere in sicurezza le zone ed evitare guai peggiori alle persone e alle cose. A Monti è straripato un canale tombato che attraversa il centro del paese, cosa che ha creato difficoltà e paura. E’ ancora vivo, in quelle zone, il terribile ricordo del ciclone Cleopatra,  nel 2013, con 18 morti e una devastazione mai accaduta prima. Massima allerta da parte della protezione civile, con i vigili del fuoco ininterrottamente al lavoro e il supporto di tutti i volontari e le forze dell’ordine. A Cagliari, intanto, ha ricominciato a piovere abbondantemente, come previsto dall’allerta meteo prorogata fino a domani a mezzogiorno.