Il bel gesto dei genitori di Giovanni Antonio, il 17enne morto a Nuoro: “Sì alla donazione degli organi”

Il giovane, originario di Orgosolo, era morto il giorno di Pasquetta per un aneurisma. I suoi organi, grazie alla generosità del padre e della madre, salveranno altre vite.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

È morto all’ospedale di Nuoro a 17 anni, stroncato da un “maledetto” aneurisma che se l’è portato via in pochissimo tempo, Giovanni Antonio Congiargiu, originario di Orgosolo. Un dolore immenso per tutti quelli che lo conoscevano e per la comunità orgosolese. I genitori del giovane, in uno slancio molto importante di solidarietà, hanno deciso di dire “sì” alla donazione degli organi del figlio. Il cuore, i polmoni e i reni del diciassettenne contribuiranno in maniera fondamentale, quindi, a salvare altre vite.
A darne notizia è l’Associazione trapiantati Sardegna con un post pubblico su Facebook: “Siamo venuti a conoscenza che i genitori di un ragazzo di Orgosolo, deceduto a causa di una grave malattia, hanno deciso di donare i suoi organi. Gli organi, prelevati ieri pomeriggio nell’ospedale San Francesco di Nuoro saranno destinati a salvare la vita di altre persone bisognose di trapianto. Ancora una volta mettiamo in evidenza la grande sensibilità e generosità dei familiari che, con questo gesto contribuiscono, oltre che a salvare altre vite, a fare crescere la cultura della donazione d’organo”.


In questo articolo: