I fotografi inglesi per raccontare la magia a Is Mirrionis e S.Michele

Continua la corsa di Cagliari per il titolo di Capitale europea della cultura 2019: ecco il progetto Eureca

A Cagliari due fotografi inglesi per raccontare la città, i suoi abitanti, le memorie e i luoghi più affascinanti e ricchi di storia. Questi sono gli obiettivi di “eureca!”, il progetto culturale inserito nella programmazione dei Musei civici per la candidatura di Cagliari Capitale Europea della Cultura 2019, e ideato dall’agenzia fotografica Prospekt. Al centro del progetto i quartieri di Is Mirrionis e San Michele. Oggi la presentazione nella Galleria comunale alla presenza del sindaco, l’assessore, Anna Maria Montaldo, direttrice dei Musei Civici, e i fotografi e protagonisti della residenza artistica George Georgius e Vanessa Winship. “L’obiettivo di questo progetto – ha spiegato l’assessore alla Cultura, Enrica Puggioni – è quello di portare fuori la bellezza di questi quartieri coinvolgendo gli abitanti. In questo modo cerchiamo di puntare sulle debolezze della città trasformandole nei nostri punti di forza, un aspetto importante per la candidatura di Cagliari a capitale europea”.

“Eureca!” coinvolgerà la città di Cagliari per tre settimane, dal 26 marzo al 5 maggio, con due esperienze parallele: la residenza artistica di George Georgiu e Vanessa Winship, fotografi inglesi di fama internazionale, e i laboratori audio, video e foto per i cittadini. L’obiettivo è quello di costruire una narrazione per immagini grazie allo sguardo esterno dei due fotografi da una parte, e il punto di vista interno dei cittadini dall’altra. “Una sorta di riqualificazione sociale delle periferie cittadine – ha sottolineato il sindaco Massimo Zedda – a cui stiamo accompagnando una serie di interventi strutturali. Basti pensare alla manutenzione del mercato di via Quirra, all’housing sociale in via Flumentepido, la riqualificazione di piazza San Michele: tutti lavori che l’amministrazione sta realizzando, o sta per realizzare, con 15 milioni di euro. Vogliamo investire in questi quartieri a prescindere dalla candidatura di Cagliari a capitale europea, riqualificandoli e creando opportunità lavorative”.

Le residenze d’artista. È la parte del progetto che porterà in città George Georgiu e Vanessa Winship, fotografi che lavoreranno in due residenze artistiche dedicate alle zone di Is Mirrionis e San Michele. I due artisti, da anni impegnati in reportage da tutto il mondo, cercheranno di catturare il fascino e le contraddizioni dei due quartieri, realizzando una serie di scatti che saranno poi esposti in una mostra conclusiva nei Musei Civici cittadini, e andranno a far parte del patrimonio artistico comunale di Cagliari. “Siamo qui per osservare e sperimentare – ha detto George Georgiu – Abbiamo sempre lavorato sui limiti dell’Europa per far emergere la bellezza dei luoghi, e occuparci di Cagliari, e della Sardegna, per noi è un’occasione unica”.

I laboratori. È la sezione del progetto riservata ai cittadini e studenti: tre workshop gratuiti che avranno come obiettivo quello di fornire ai partecipanti strumenti multimediali per raccontare eventi, storie e memorie dei quartieri. I laboratori si svolgeranno l11, 12, e 13 aprile nel centro culturale Exmà: venti allievi per ciascun workshop, per un totale di sessanta partecipanti, saranno chiamati a raccontare la città con documenti sonori e immagini.