I burattini di Fabio Pisu in aiuto dei bambini palestinesi

L’animatore di Sestu realizzerà laboratori di costruzioni di marionette e spettacoli a Betlemme

L’Associazione Comunità Palestinese è attivissima in Sardegna, sia nel promuovere
la conoscenza della cultura palestinese e la sensibilizzazione dell’opinione pubblica
sulla questione palestinese e sia nell’organizzazione di numerose attività a favore dei bambini
palestinesi nei territori occupati da Israele. Lo scopo è quello di poter contribuire a
migliorare la situazione economica disastrata in cui vive il popolo palestinese a causa dell’occupazione militare
israeliana e della politica da essa praticata atta a privare i palestinesi di ogni forma di benessere , sviluppo ,
istruzione , libertà ,ed indipendenza ,nell’ottica di spingerli a lasciare la propria terra e di isolarli dal resto
del mondo.
L’Associazione Comunità Palestinese invita da anni artisti sardi a recarsi in Palestina
per svolgere, in particolare nei campi profughi, le loro attività artistiche e culturali .
In passato sono stati coinvolti professionisti del mondo del teatro, della danza e delle
arti circensi. Quest’anno sarà un animatore del teatro dei burattini a portare la sua
arte fuori dai confini sardi per interagire in maniera ludica e divertente con i bambini
palestinesi.
Fabio Pisu, infatti, realizzerà laboratori di costruzione di burattini e spettacoli dal 31
luglio al 7 agosto, a Betlemme, dunque, in territorio palestinese. L’iniziativa si
svolgerà in un campo profughi dove l’organizzazione Diabetics Friends’ Society
organizza, da dieci anni, per bambini e ragazzi diabetici, varie attività didattiche e di
sensibilizzazione, con annesse sessioni di consulenza psicologica. Naturalmente c’è
anche il tempo per attività ricreative. I partecipanti dei primi campi , svolti nel 2005,
ora sono giovani uomini e donne e ora anche loro agiscono come volontari nel campo
e sono in grado di mostrare ai bambini come sono cresciuti con il diabete.
Fabio Pisu, giovane animatore teatrale e burattinaio di Sestu ha risposto con
entusiasmo all’invito dell’Associazione Comunità Palestinese e dell’organizzazione
Diabetics Friends’ Society: “Vado in Palestina per narrare le leggende della Sardegna
e mi farò raccontare dai bambini le storie dei loro personaggi fantastici. Scopriremo
insieme, magari, che le nostre fiabe si somigliano un po’ e ci uniscono. La tradizione
orale è un grande patrimonio e grazie al teatro dei burattini possiamo continuare a
trasmetterla.”
Dopo aver studiato ed essersi laureato al D.A.M.S. , sezione Teatro, di Bologna è
tornato in Sardegna. Dopo due anni di apprendistato nel teatro dei burattini ha
avviato un’ attività propria, con cui da 9 anni, porta avanti il suo originale percorso
nel mondo del teatro dei burattini.
Così è nato “Mondo Animato”, ditta individuale che ha realizzato un gran numero di
spettacoli, nelle scuole dell’infanzia, delle primarie e persino delle medie, nei teatri,
nelle sale comunali, nelle biblioteche, negli oratori, nei campeggi, nei parchi
cittadini, nelle piazze e, infine, nelle case e nei cortili, in occasione di feste di
compleanno. Con numerosi enti ha attivato dei progetti, dalla promozione alla lettura,
presso le biblioteche, all’ educazione ambientale e di promozione della raccolta
differenziata, presso le amministrazioni comunali, dalla valorizzazione del
patrimonio archeologico sardo allo svolgimento di laboratori e saggi dedicati al
Shoah e svolti durante la Giornata della Memoria.


In questo articolo: