Hascisc nascosto nel camion sulla 554, liberato il guidatore: “Estraneo ai fatti”

Costantino Dessì, il 47enne di Quartu arrestato dalla polizia con l’accusa di aver trasportato settantacinque chili di hascisc a bordo del suo camion, è risultato “estraneo ai fatti ed è stato liberato”. Arresto confermato, invece, per Carmine Aquila

Costantino Dessì, il 47enne di Quartu fermato sabato scorso dalla polizia mentre era alla guida del suo camion – con dentro settantacinque chili di hascish – e poi arrestato, è stato liberato. La decisione arriva dal giudice Giampaolo Casula, che ha rigettato la richiesta di applicazione di misura cautelare nei confronti dell’uomo. Come si legge tra le sette pagine dell’ordinanza di convalida dell’arresto e della contestuale applicazione di misura cautelare personale emessa dal tribunale di Cagliari, infatti, è emerso che “non vi sono elementi, invece, che consentano di dimostrare che Dessì avesse la consapevolezza del trasporto di stupefacenti di tipo hascisc, per cui allo stato non ricorrono nei suoi confronti indizi di grave colpevolezza”.

Il giudice ha invece convalidato l’arresto del 59enne Carmine Aquila perché “sussistono gravi indizi di colpevolezza” ,…, “in ordine al delitto di illecita detenzione e trasporto di un notevole quantitativo di sostanze stupefacenti di tipo hascisc, indicato nella formulazione dell’imputazione cautelare”. Per Dessì – assistito dall’avvocato Marcello Marcelli – in conclusione, viene rigettata “la richiesta di applicazione di misura cautelare”,…, “per mancanza di gravi indizi di colpevolezza”, e il giudice “ne ordina l’immediata liberazione”.


In questo articolo: