Gonnesa, distrutte le statuine fatte a mano del presepe del gruppo folk Nuraxi Figus

Statuine rotte o addirittura decapitate, raid dei vandali sotto il porticato del museo Etnografico. Non sono stati risparmiati, purtroppo, nemmeno Giuseppe e Maria: “Pura cattiveria”

Un gesto assurdo e dettato dall’inciviltà e dalla mancanza di rispetto per il prossimo. Il presepe realizzato con statuine fatte a mano dal gruppo folk di Nuraxi Figus (una piccola frazione di Gonnesa) è stato distrutto. Quasi tutti i personaggi sono attai decapitati o, “bene andando”, buttati per terra. L’installazione era ospitata sotto il porticato della piazza del museo Etnografico. A fare la terribile scoperta una delle componenti del gruppo folk, Rita Fois, che ha anche pubblicato le foto della devastazione su Facebook: “Questo è ciò che rimane del nostro presepe rigorosamente fatto a mano con tanto amore dal gruppo folk di Nuraxi Figus, che è stato allestito per le festività natalizie sotto il porticato della piazza del museo Etnografico”.

 

 

“Questa notte qualche vandalo ha sfogato la sua cattiveria sul nostro presepe. Sono veramente delusa perché pensavo che il nostro paese fosse immune da questi atti, ma evidentemente mi sbagliavo”.


In questo articolo: