“Gli arabi meno evoluti? Come i pastori della Gallura”: frase choc di Philippe Daverio a La7

Il famoso critico d’arte paragona gli estremisti islamici ai pastori galluresi: “È come se tra i cristiani avessero vinto loro, i meno evoluti”. E si scatena un polverone. GUARDATE il VIDEO. Cosa ne pensate?

“Gli arabi sono una cosa complicata da capire, alcuni di loro oggi sono di tipo primitivo o primordiale. Come se tra i cristiani avessero vinto i pastori della Gallura, i meno evoluti”. Questa la frase di Philippe Daverio, pronunciata in diretta su La7 durante la puntata di ieri di Piazzapulita, condotta da Corrado Formigli. Il critico d’arte di fama internazionale, all’interno di un ragionamento sull’estremismo e terrorismo islamico, si lancia in un paragone che, se non scalfisce minimamente nessuno degli ospiti in studio, fa sobbalzare dal divano un bel po’ di sardi.

Prima, Daverio fa un’analisi sull’universo musulmano: “Necessario distinguere tra gli arabi criminali” e quelli che “hanno contribuito a far progredire la civiltà. Hanno persino inventato la grappa”. Ma, sullo sfondo, rimane impressa la similitudine tra una parte degli arabi e una parte dei sardi.