Giancarlo di Sestu a Radio Casteddu: “Nell’oasi di Simbirizzi una montagna di rifiuti”

“Basta passarci in macchina e dirigersi verso il laghetto, dove tra l’altro c’è anche un agriturismo, ed è quasi difficile passare a causa dell’incuria e dell’immondizia che c’è proprio sotto un cartello di divieto di discarica. C’è di tutto: dai bidoni di vernice alle tegole, dai divani e le poltrone ai carichi di cartongesso. Una porcheria unica e una macchina ci passa a filo tra la cunetta e la strada”

Nell’oasi naturalistica del Simbirizzi “una montagna di rifiuti”. La segnalazione giunge da Giancarlo di Sestu che ai microfoni di Radio Casteddu spiega: “Basta passarci in macchina e dirigersi verso il laghetto, dove tra l’altro c’è anche un agriturismo, ed è quasi difficile passare a causa dell’incuria e dell’immondizia che c’è proprio sotto un cartello di divieto di discarica. C’è di tutto: dai bidoni di vernice alle tegole, dai divani e le poltrone ai carichi di cartongesso. Una porcheria unica e una macchina ci passa a filo tra la cunetta e la strada.
Ciò che mi ha colpito maggiormente è proprio il cartello di divieto, parte tutto da lì  e c’è una montagna di rifiuti”.
Risentite qui l’intervista a Giancarlo
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU


In questo articolo: