Francesco Moretti, il ragazzino eroe: “Così ho salvato il turista nel mare tempestoso di Costa Rei”

Lo ha visto in difficoltà e non ci ha pensato un attimo. Francesco Moretti, 12enne di Milano ma di origini sarde, ha trasportato sino a riva il 59enne torinese che stava annegando nel mare di Costa Rei: “Non potevo non intervenire, appena siamo arrivati in spiaggia ha perso conoscenza ma, prima, mi ha ringraziato. Spero che si salvi”

“L’ho visto in difficoltà e non potevo non intervenire, faccio surf da ormai tre anni”. A dirlo, con accanto la madre, Donatella Addis, 45 anni – che ha girato alla nostra redazione una sua foto – e il padre Marco, di 48, è Francesco Moretti. Dodici anni, milanese di nascita ma sangue sardo nelle vene, è lui il ragazzino eroe che ha salvato la vita a un turista torinese di cinquantanove anni nel mare in tempesta di Costa Rei. “C’erano i cavalloni, mio figlio stava surfando vicino alla riva quando ha visto il signore in difficoltà. L’ha subito raggiunto e gli ha chiesto cosa stesse succedendo. Lui gli ha risposto che non riusciva più a nuotare”, racconta la Addis, “e che aveva già ‘bevuto’ acqua, proprio a causa del mare agitato. Mio figlio l’ha fatto poggiare sulla sua tavola da surf e l’ha trascinato sino a riva. Quando sono arrivati, l’uomo l’ha ringraziato e poi ha perso i sensi”. Tantissimi i bagnanti che hanno assistito alla scena. Sul posto è arrivato il 118, anche via cielo con l’elisoccorso.

 

“L’hanno caricato su una barella e ci hanno detto che l’avrebbero portato all’ospedale Brotzu”. Infatti, così è stato: l’uomo ora è sotto le cure dei medici. Sullo sfondo, resta il gesto eroico di un dodicenne: “Sono molto orgogliosa di lui, lo porto in vacanza in Sardegna sin da quando era neonato”.

 


In questo articolo: