Follia in caserma, un carabiniere di origini sarde spara e uccide il suo comandante

Antonio Milia, questo il nome del militare, ha aperto il fuoco e colpito con tre spari, mortalmente, un suo superiore, prima di asserragliarsi dentro l’edificio. Milia era stato ricoverato presso il reparto di psichiatria dell’ospedale di San Fermo della Battaglia, successivamente dimesso e giudicato idoneo al servizio. Tornato operativo da alcuni giorni era attualmente in ferie


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Un appuntato dei carabinieri, Antonio Milia, di origini sarde, ha ucciso il comandante della stazione di Asso, Doriano Furceri, nella caserma che si trova in provincia di Como. A darne notizia il nostro giornale partner Il Giorno. Il militare, dopo aver fatto fuoco, si è barricato all’interno con la vittima. Milia ha esploso alcuni colpi d’arma da fuoco con la propria pistola d’ordinanza contro il comandante.

 

Nell’area operativa della caserma non erano presenti altri militari. Il brigadiere Milia era stato ricoverato presso il reparto di psichiatria dell’ospedale di San Fermo della Battaglia, in provincia di Como, per problemi di disagio psicologico e successivamente era stato dimesso e messo in convalescenza per diversi mesi. Giudicato idoneo al servizio da una commissione medico ospedaliera, era rientrato da alcuni giorni ed attualmente era in ferie. La notizia completa qui: https://www.ilgiorno.it/como/cronaca/carabiniere-spara-comandante-caserma-1.8224483