Focus sui segreti della materia in “1927 – Monologo Quantistico”, in scena a Cagliari

L’affascinante spettacolo che racconta la nascita della teoria dei quanti approderà sabato 10 marzo alle 21 al TsE di Is Mirrionis a Cagliari 

Focus sui segreti della materia in “1927 – Monologo Quantistico” scritto e interpretato dalla giornalista e scrittrice – nonché docente di fisica Gabriella Greison per la regia di Emilio Russo (produzione TieffeTeatroMilano) – in tournée nell’Isola sotto le insegne del CeDAC per la Stagione di Prosa 2017-18: la pièce debutterà mercoledì 7 marzo alle 21 al Padiglione Tamuli delle ex Caserme Mura di Macomer.

L’affascinante spettacolo che racconta la nascita della teoria dei quanti approderà poi sabato 10 marzo alle 21 al TsE di Is Mirrionis a Cagliari – nel cartellone de “Il Terzo Occhio” (la nuova Stagione di Teatro Contemporaneo del CeDAC in collaborazione con il Teatro del Segno) e infine domenica 11 marzo alle 21sarà in scena al Teatro Civico di Alghero – nell’ambito del Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo in Sardegna.

A partire da una fotografia emblematica – che ritrae ventinove scienziati, per la maggior parte fisici, diciassette dei quali erano o sarebbero diventati Premi Nobel,Gabriella Greison ricostruisce le riunioni – i “witches’ Sabbath” (il riposo delle streghe) secondo la definizione di Albert Einstein – durante le quali alcune delle menti più brillanti del XX secolo si sono confrontate con i fondamenti e le questioni della futura meccanica quantistica.

Un affascinante viaggio nel tempo – fino a quel fatidico congresso di Bruxelles cui parteciparono tra gli altri Niels Bohr, artefice della cosiddetta interpretazione di Copenaghen della meccanica quantistica, Wolfang Pauli, ideatore del principio di esclusione, Werner Heisenberg, cui si deve il principio di indeterminazione e lo stesso Albert Einstein, padre della teoria della relatività per un inedito e vivido affresco del mondo scientifico in tutta la sua umanità.