E’ record a Sarroch, Sestu e Muravera: M5s supera il 50%

Tre amministrazioni – una di centro-sinistra, una di centro-destra e una centrista – che ora si trovano a dover fare i conti con la ‘minaccia’ grillina. Il commento dei sindaci Salvatore Mattana, Paola Secci e Marco Falchi

Di Vanessa Usai

E’ boom dei Cinque Stelle in tutta l’Isola, ma in tre centri del Cagliaritano i pentastellati superano addirittura il 50%. Spetta a Sarroch il record assoluto, con il 53,86%, a seguire Sestu con il 52,69% e Muravera con il 50,07%. Tre ammininistrazioni – una di centro-sinistra, una di centro-destra e una centrista – che ora si trovano a dover fare i conti con la ‘minaccia’ grillina.

E’ una reazione di assoluto fair play quella del sindaco piddino di Sarroch Salvatore Mattana, che nella sua pagina Facebook scrive: “La sovranità appartiene al popola, afferma la Costituzione. Il risultato elettorale è chiaro e segna la vittoria del Movimento 5 Stelle e l’affermazione un po’ a sorpresa della Lega. Per il PD e per il centro-destra è una sconfitta senza attenuanti, e naturalmente me ne dispiace, dalla quale ripartire per ricostruire il campo progressista”. Ora, conclude Mattana “credo sia giusto riconosce il ruolo ai vincitori e spero, comunque, che chi riceverà l’incarico dal capo dello Stato possa far bene nell’interesse del Paese e degli italiani”.

“Il dato locale rispecchia le previsioni”, commenta la sindaca di Sestu, Paola Secci. “La politica già da tempo non presta la giusta attenzione alla voce dei cittadini e questi sono i risultati; i Cinque Stelle raccolgono ampio consenso, mentre il centro-destra, di cui faccio parte, è una debacle totale” afferma la prima cittadina, dei Riformatori Sardi, che tuttavia è fiduciosa: “La scelta degli elettori è una risposta alla politica nazionale, ma i nostri elettori continuano a riporre fiducia in noi, il 36% dei voti al centro-destra non è un dato trascurabile, se si considera che il partito al quale appartengo aveva dato libertà di scelta al proprio elettorato”.

E’ un giudizio diplomatico e realistico anche quello di Marco Falchi, sindaco di Muravera: “Il risultato del M5s a Muravera , in linea sia con i risultati nazionali che con quelli locali del 2013, è indubbiamente un exploit, che però non garantisce la governabilità del Paese. La palla ora passa al Presidente Mattarella, che dovrà valutare le squadre di governo che gli verranno proposte. E, nonostante tutto, anche i Cinque Stelle dovranno allearsi con un alleato politico se vorranno formare un governo”.