Filippo Maturi, blitz a sorpresa nel canile di Arborea: “Cani senza riparo e sporchi, situazione assurda”

Il blitz del responsabile della Lega per la tutela degli animali:
“Ecco cosa ho pensato  nella mia visita a sorpresa nel canile di Arborea: cani spremuti fino all’ ultimo pelo per denaro”

VISITA A SORPRESA NEL CANILE DI ARBOREA  DELL’ ONOREVOLE MATURI, CHE HA CHIESTO L’ INTERVENTO DELLA ASL : ” SPREMUTI FINO ALL’ ULTIMO PELO PER DENARO!”

Nominato da Matteo Salvini nel 2020, Filippo Maturi è  il responsabile del dipartimento per la tutela degli animali della lega.

“Ecco cosa ho pensato  nella mia visita a sorpresa nel canile di Arborea: cani spremuti fino all’ ultimo pelo per denaro.
Una visita che ha del paradossale, soprattutto viste le risposte assurde dei gestori quando ho fatto notare loro le condizioni precarie del canile.

Una struttura che potrebbe ospitare circa 90 cani e ne ha 256.

Nessuna area di sgambamento nonostante ci siano box che sembrano celle di reclusione (mi dispiace che dalle foto non si capisca appieno quanto la struttura sia angosciante). Una vita passata in pochi metri quadri di cemento, senza mai potersi sdraiare sull’erba.
Nessun rialzo, i cani dormono tutto l’anno sul duro cemento.

Un’altra area, improvvisata, ha box sovraffollati (7 cani) dove l’unico riparo è rappresentato da un box per lo svezzamento dei vitellini recuperato chissà dove. Un’area totalmente esposta alle intemperie, quando piove entra l’acqua anche dai lati del box, non dando un riparo asciutto ai cani.
Quando l’ho fatto presente ai gestori mi hanno risposto che “ai cani piace stare sotto la pioggia.”
Nessuna ombreggiatura, non oso pensare questi poveri cani durante l’estate come staranno…

Animali talmente trascurati e sporchi che hanno rasta di sporcizia e pelo lunghi diversi cm. Quando l’ho fatto notare mi hanno risposto “onorevole, lei sa che le pecore si tosano una volta l’anno?.”
Ho risposto che i cani non sono pecore…

Situazione igienica a dir poco precaria, ciotole con flora propria al loro interno, ormai verdi dalla sporcizia. Pareti dei box marce, precarie.

Mentre ero lì ho richiesto un intervento dell’azienda sanitaria locale che ha mandato due veterinari.
Constatate tutte le criticità, mi rincuora sapere che la struttura ha il termine di fine giugno per mettersi in regola. Tornerò di persona a controllare.

Constatare tutto questo orrore proprio nella settimana in cui entra in vigore la modifica costituzionale che inserisce la tutela degli animali mi fa capire ancora una volta quanto lavoro ci sia da fare per tutelare i diritti di chi non ha una voce per reclamarli.

Non mollo!”, conclude dopo il blitz al canile.
Tantissime le segnalazioni giunte all’ Onorevole per situazioni analoghe, che accomuna non pochi canili dell’ isola.

Per appelli e SOS contattateci sulla pagina Facebook e Instagram “Radio Zampetta Sarda”. Messaggi Casteddu online 380 747 6085
Ricordate di seguirci su Radio Casteddu i nostri appuntamenti
Lunedì/ Mercoledì  alle 10.20 in replica alle 14.50 e 21.20
Appuntamento con la parola dell’esperta la Dott.ssa Silvia Serra di Ussana il Martedì alle 10.20 in replica alle 14.50 e 21.20 il giovedì in replica nella stessa fascia oraria.
In streaming sulla pagina Facebook Casteddu online e radio zampetta sarda


In questo articolo: