Festival Tuttestorie, il prossimo appuntamento

TANA! Racconti, visioni e libri per case e cose da abitare

Venerdì 4 ottobre continua la festa per i piccoli e i meno piccoli nel Centro comunale Exmà di Cagliari, per l’8° Festival Tuttestorie di Letteratura per Ragazzi “TANA! Racconti, visioni e libri per case e cose da abitare”.

Ideato e organizzato da Cristina Fiori, Manuela Fiori e Claudia Urgu, fondatrici della Libreria per Ragazzi Tuttestorie, con la collaborazione dello scrittore Bruno Tognolini, il festival è presieduto dallo scrittore David Grossman.

In programma 380 appuntamenti che esploreranno il tema della CASA. Pensieri e riflessioni dei bambini e ragazzi verranno raccolte, trascritte, stampate ed esposte, come annunci immobiliari della vita, dall’ Ufficio Poetico Edile curato da Bruno Tognolini, Francesca Amat e Andrea Serra. In arrivo circa 70 ospiti di rilevanza nazionale e internazionale, protagonisti di incontri, laboratori, narrazioni, spettacoli, performance, mostre, progetti speciali e giochi destinati alle scuole (si attendono oltre 12.500 studenti e 500 classi) e al pubblico di bambini, ragazzi e lettori curiosi di ogni età. Il programma completo è disponibile su www.tuttestorie.it

 

PROGRAMMA  VENERDI’ 4 OTTOBRE

 

Dalla mattina alle ore 16,00 prosegue il ricco programma di incontri destinati alle scuole.

Per la prima volta arriva in Sardegna  il regista francese Michel Ocelot, uno dei grandi maestri del cinema d’animazione. Creatore di capolavori come “Kirikù e la strega Karabà” e “Principi e principesse”, Ocelot introdurrà i bambini ai segreti del suo cinema, facendogli sperimentare nel suo “Piccolo corso d’animazione” le famose “silouhette”. E’ un debutto nell’isola anche quello di Stephanie Blake, artista franco/americana molto amata dal pubblico dei piccoli lettori con il suo Superconoglio. Matteo Corradini,  esperto di didattica della Memoria racconterà il ghetto di Terezin, mentre Georgia Manzi, scrittrice italiana trapiantata ad Atene, narrerà le sue storie di adolescenti inquieti.  Sarà dedicato ai ragazzi testimoni di mafia, l’incontro delle  ore 18,30, con Silvana Gandolfi, una delle più interessanti autrici italiane, e con il giornalista e scrittore  Andrea Gentile. I loro romanzi raccontano  storie simili a quelle di tanti bambini e ragazzi collaboratori di giustizia, costretti a vivere una vita blindata lontana dalle loro case e dai loro paesi.

Tornando ai bambini, alle  17,30 Bruno Tognolini presenta il suo nuovo libro “Rime Raminghe”, mentre alle 18,15 Arianna Bonazzi e Luisa Mattia chiederanno al pubblico “Facciamo casa?”, un incontro per domandarsi cos’è per noi la casa e come la vorremmo.

Antonio Ferrara incontrerà la mattina i bambini dell’Ospedale Microcitemico, mentre alle 17,15 propone il laboratorio impertinente “Scatole Segrete”. La scenografa Agnese Meroni farà costruire ai bambini un villaggio di carta, mentre i più piccoli giocheranno con le sperimentazioni sonore di Arianna Bonazzi, le letture di Nicoletta Gramantieri, le animazioni con i pupazzi di Silvia Bonanni. Alle 18 Carlo Carzan sarà in piazza Blablà con “Libri in trappola”, un gioco a squadre che metterà sottosopra il festival. Alle 19.30 tutti in piazza blablà con Mongeta E Tzintzigò, azioni teatrali di  Maria Loi e Fabio Marceddu. In chiusura di serata al Babbo Parking delle ore 21 Celestino Tabasso intervisterà l’enigmista e saggista Stefano Bartezzaghi nell’incontro “Giocare in casa. Qualche suggerimento per addomesticare la creativita”, realizzato in collaborazione con Liberos, partendo dal suo ultimo libro “Il falò delle novità”, un mosaico di riflessioni colte e divertenti sulla creatività, aforismi e inedite digressioni in cui si intrecciano la leggerezza di Calvino e l’inventiva di Munari.