Ferisce due straniere per 50 euro e un telefonino: nigeriano in manette a Iglesias

La Polizia ha tratto in arresto un 24enne nigeriano, responsabile di rapina, violazione di domicilio e lesioni personali. Per le due donne sono state necessarie le cure mediche prestate dal personale del 118

La Polizia di Stato ha tratto in arresto Buhari Usman, 24enne cittadino nigeriano, responsabile di rapina, violazione di domicilio e lesioni personali.

E’ accaduto nel pomeriggio del 22 maggio: gli Agenti della Squadra Volante del Commissariato di Iglesias sono intervenuti in via Giordano dove un giovane stava tentando di arrampicarsi attraverso i balconi, per accedere all’interno di un appartamento al secondo piano di un palazzo.

I poliziotti hanno accertato la presenza del nigeriano affacciato al balcone, mentre in strada una donna straniera chiedeva loro aiuto. 

La donna con una evidente abrasione all’arcata sopraccigliare sinistra, ha riferito di essere stata aggredita dal connazionale che aveva cercato di introdursi con la forza all’interno dell’appartamento, passando dal balcone.

I poliziotti hanno trovato l’aggressore, seduto comodamente su un letto, e hanno identificato sia lui che la vittima, E. A. , 22enne ex fidanzata, che la proprietaria dell’appartamento, O.N. 41 anni, tutti di nazionalità nigeriana.

Le due donne hanno riferito che Usman, dopo un primo tentativo di entrare in casa cercando di sfondare la porta, è uscito dallo stabile per arrampicarsi su per i balconi, per poi sfondare la porta della camera da letto ed appropriarsi di una banconota da 50 euro e di un telefono cellulare.

L’uomo è stato sottoposto a perquisizione personale ed è stato trovato in possesso della banconota e del telefono.

Per le due donne sono state necessarie le cure mediche prestate dal personale del 118.

L’aggressore è stato accompagnato prima in Commissariato dove al termine degli accertamenti è stato trasferito, su disposizione del P.M., presso il carcere di Uta.


In questo articolo: