Femminicidio di Romina Meloni, la Cassazione annulla l’ergastolo a Ettore Sini: nuovo processo

L’uomo, nel 2019, aveva ucciso l’ex con un colpo di pistola e ferito gravemente il suo nuovo fidanzato. Processo da rifare davanti alla corte d’assise d’appello di Cagliari, i giudici hanno escluso i motivi abbietti

Il processo a Ettore Sini, l’agente penitenziario 52enne che il 31 marzo 2019 ha ucciso con un colpo di pistola l’ex, Romina Meloni, e ferito gravemente il suo nuovo fidanzato, Gabriele Fois, dovrà essere rifatto. La corte di Casssazione ha infatti annullato la sentenza d’appello per il femminicidio dell’infermiera di Ozieri. L’annullamento dell’appello riguarda le circostanze aggravanti, i giudici hanno escluso che Sini abbia agito per motivi abbietti. Ci sarà bisogno di un nuovo processo in corte d’assise a Cagliari, quindi. L’8 settembre dell’anno scorso i giudici del tribunale di Sassari avevano confermato la condanna all’ergastolo per l’uomo,. Sin da subito gli avvocati difensori dell’agente penitenziario avevano dichiarato di decidere se ricorrere in Cassazione. Il ricorso è stato protocollato e, oggi, è arrivata la decisione dei giudici.
A Sini è stato contestato l’omicidio volontario premeditato e il tentato omicidio. L’aggravante dei motivi abbietti, dopo la pronuncia dei giudici di Cassazione, non c’è più.