Expò, successo oltre ogni aspettativa per i prodotti sardi

I prodotti sardi potranno essere assaggiati e acquistati nei ristoranti LOVE IT del mondo

Proprio nei giorni in cui EXPO ha raggiunto il maggior numero di presenze (sabato 12
settembre giornata record di tutto il periodo EXPO) la Sardegna è stata al centro dell’attenzione dei
visitatori dell’Expo anche grazie a Copagri Sardegna che ha organizzato una vetrina dedicata ai
prodotti sardi anche biologici: dai vini e all’olio, dai formaggi pecorini, al miele, dall’ortofrutta e
perfino alle carni del Bue Rosso. Durante tutte le giornate sono state migliaia le persone che hanno
affollato le cupole dello stand nazionale Love It di Copagri, a fianco dell’Albero della Vita, dove
sono stati serviti una media di 12.000 pasti al giorno, diversi dei quali con i prodotti sardi.
I prodotti delle OP (Organizzazioni dei produttori) OrtoSestu, S’Atra Sardigna, Unione
Pastori, Terrantiga e del Consorzio del Bue Rosso (con un raggruppamento di oltre 30 milioni di
fatturato e quasi 1.000 soci produttori) hanno davvero spopolato, non solo nelle cupole Love It
dentro Expo, ma anche nel nuovo ristorante dei produttori Copagri, Love It, un locale di 800 metri
quadri, disposto su tre piani in pieno centro a Milano (Via Rugabella angolo corso Porta Romana),
e precursore di una catena di ristoranti/store dei prodotti made in Italy. LOVE IT pensa di aprire
altri 35 ristoranti nel mondo. Ristoranti ma anche negozi quindi.
Alla serata di sabato al ristorante ha partecipato anche l’assessore dell’Agricoltura
Elisabetta Falchi che ha potuto salutare i partecipanti e vedere con i propri occhi il valore
innovativo dell’esperienza enogastronomica e di ristorazione gestita da produttori agricoli.
Particolarmente graditi sono stati, manco a dirlo, il pane carasau biologico (servito tal quale, ma
anche in una sorta di “lasagna con verdure e pecorino”) ed il pecorino, diventato oramai un
simbolo della nostra Isola. Sono stati apprezzati anche le carni del Bue Rosso, dal bollito al
brasato, con una risposta davvero entusiasmante dei visitatori di Expo e dei partecipanti alle serate
Love It.
“Ora, in prossimità della chiusura dell’Expo si fanno i programmi per il futuro”, commenta
Ignazio Cirronis, presidente di Copagri Sardegna, presente a Milano per guidare la delegazione dei
produttori sardi. “Riempie di gioia sapere che i prodotti sardi saranno serviti in modo stabile e
potranno anche essere acquistati nella catena dei ristoranti Love It gestito dagli stessi produttori.
Dopo quello di Milano, LOVE IT vorrebbe aprire altri 35 punti entro tre anni: la prossima tappa è
Roma ma i punti saranno aperti soprattutto all’estero (sono stati già avviati i contatti con Londra e
con la Cina) per affermare l’agroalimentare Made in Italy a cura degli stessi produttori agricoli”.

In allegato la foto del presidente di Copagri Sardegna, Ignazio Cirronis, con l’assessore dell’Agricoltura
Elisabetta Falchi, e l’amministratore delegato di LOVE IT Marcello Melda.


In questo articolo: