Emigrato torna dopo 50 anni nella sua amata Sardegna per godersi la pensione: i ladri gli svaligiano casa

Il sogno di tornare a vivere nella sua amatissima Sardegna, a Tortolì, dopo una vita da emigrato nel Torinese. Costruisce una casa, che sarà quella della pensione, ma i ladri la depredano di tutto. L’appello di Gianfranco Pani: “Si tratta di arredi artigianali facilmente riconoscibili, chiunque li possieda anche non essendo autore del furto può essere denunciato per incauto acquisto. Aiutatemi a ritrovare la refurtiva”

Stava realizzando il suo sogno dopo cinquant’anni trascorsi nel “Continente”: godersi la meritata pensione nella sua amata terra natia, la Sardegna.
Gianfranco Pani, 65 anni, stimato odontotecnico, originario di Tortolì, emigrato a soli 14 anni nella provincia di Torino, dopo una vita di lavoro e tanti sacrifici, ha deciso di tornare nella sua Isola.
Qui, in Ogliastra, a Tortolì, ha iniziato a costruire la sua “casa della vecchiaia”. Peccato però che questo sogno sia stato sporcato. Ignoti si sono addentrati nei giorni scorsi nella sua abitazione in costruzione in località Su Muru Nou, in via Dessì, svaligiandola. Hanno portato via di tutto: nove porte artigianali facilmente riconoscibili perché appunto uniche, due boxe doccia, una vasca, mobili, e vari arredi per un valore di circa 20 mila euro.
L’uomo ovviamente ha sporto denuncia ai carabinieri della stazione locale che stanno indagando sul furto. Ma ovviamente l’amarezza è tanta: non solo per il denaro che dovrà spendere per acquistare nuovamente tutto, ma perché mai avrebbe pensato potesse succedergli questo.
Pani lancia un appello: “Chiunque possieda gli arredi, che sono sotto denuncia alle autorità competenti, anche non essendo autore del furto, può essere incriminato per incauto acquisto. Aiutatemi a ritrovare la refurtiva”.
(Nella foto gli arredi rubati)