Editoria, Ebrei arabi: terzo incomodo?

Il libro di Susanna Sinigaglia

“Ebrei arabi: terzo incomodo?” è il titolo del libro curato da Susanna Sinigaglia che verrà presentato domani 26 febbraio a Cagliari al Caffè Savoia, in piazza Savoia, alle 19. Il volume, uscito nel 2012 per Zambon editore, è un’antologia di autori inediti in cui viene analizzato, saggio dopo saggio, il ruolo degli ebrei arabi nella questione israelo-palestinese. I mizrachi sono gli ebrei provenienti dai paesi del mondo arabo migrati in Israele, spesso non volontariamente, come da Iraq, Yemen o Egitto, per andare a costituire la forza lavoro del nuovo stato ebraico. La violenta privazione della loro identità, da parte della leadership ebrea askenazita, va inquadrata in un progetto di dearabizzazione e giudaizzazione dell’area mediorientale che riguarda non solo le popolazioni arabo-palestinesi, ma anche quelle arabo-ebraiche. Dal libro emerge che tutto ciò farebbe parte di un preciso progetto coloniale con lo scopo di creare uno “stato etnocratico”. Il gruppo dominante askenazita occuperebbe così ruoli di privilegio, emarginando ed escludendo dai centri del potere economico e politico gli immigrati (mizrachi, palestinesi con cittadinanza israeliana, asiatici e africani). Tale politica permetterebbe quindi, allo stato di Israele, di estendere il proprio dominio su popolazioni e territori “esterni”, come i palestinesi e la Cisgiordania.
Al dibattito saranno presenti la curatrice del libro, Susanna Sinigaglia appartenente alla rete Eco (Ebrei contro l’occupazione), il professore Wasim Dahmash, docente di lingua e letteratura araba all’università di Cagliari e Giuseppe Pusceddu scrittore e direttore della rivista MieleAmaro.