Dramma a Sassari, la 25enne morta dopo essere precipitata dal balcone lascia un figlio di tre anni

Jaclina Milanovic ha perso la vita dopo essere caduta dal balcone della sua abitazione in vicolo Marini. La polizia Locale sta ascoltando dei testimoni, la salma della donna è a disposizione dell’autorità giudiziaria

Un dramma nel dramma: Jaclina Milanovic, la 25enne di origine slava ma da anni residente a Sassari, morta dopo essere precipitata dal balcone della sua casa in vicolo Marini, lascia un bambino di appena tre anni. La donna lavorava come baby sitter e, stando ai primi accertamenti, sarebbe rimasta vittima di una tragica fatalità: mentre stava stendendo dei panni avrebbe perso l’equilibrio, precipitando per diversi metri e sbattendo violentemente la testa sulla strada. I soccorsi si sono rivelati, purtroppo, inutili. Il suo cuore ha cessato di battere quasi subito. Intanto, c’è una novità: la salma della donna si trova nel reparto di Anatomia patologica dell’ospedale Civile di Sassari, a disposizione del pm Giovanni Porcheddu. È stata infatti aperta un’inchiesta sulla morte della Milanovic. In queste ore gli agenti della polizia Locale, agli ordini del comandante Giovanni Serra, stanno sentendo alcuni testimoni e, a breve, visioneranno i filmati registrati da una telecamera installata proprio sul vicolo nel quale è avvenuto il dramma.

 

“L’apertura di un fascicolo di inchiesta, in questi casi, è una prassi normale”, spiega Serra, “la tesi più verosimile rimane quella della tragica fatalità, sinora non c’è nessun elemento che possa far propendere a un altro motivo. Al momento della caduta, inoltre, la donna si trovava da sola in casa”.


In questo articolo: