Doccia o pennichella in case private all’estero? Sì. Grazie a un’idea tutta sarda

Presentata a Cagliari Nap Shower la prima piattaforma che permette la prenotazione on line di spazi esclusivi per schiacciare un sonnellino e fare una doccia all’interno di abitazioni private e strutture extra alberghiere

Doccia o pennichella in case private all’estero? Sì. Grazie a un’invenzione tutta sarda. È stata presentata per la prima volta oggi alle 16 a Cagliari, nei locali del Crea, centro per l’innovazione e l’imprenditorialità, in via Ospedale, Nap Shower la prima piattaforma che permette la prenotazione on line di spazi esclusivi per schiacciare un sonnellino e fare una doccia all’interno di abitazioni private e strutture extra alberghiere.

NapShower si inserisce nel mercato della Sharing economy, mercato in forte crescita nell’ambito dell’ospitalità. Il business è scalabile e si presta ad essere esteso quindi in città caratterizzate da grande traffico ampie distanze e con importanti volumi giornalieri di viaggiatori.

“La concorrenza in Europa è dettata da portali che offrono sul mercato la prenotazione di un servizio day use alberghiero”, si legge nella nota diffusa dall’azienda, “noi rispetto a questi portali ci rivolgiamo al mercato extra alberghiero e abitazioni private e ci distinguiamo sostanzialmente per due parametri flessibilità e capillarità in quanto molto presenti sul territorio, valorizzando le proprietà private che verranno vendute a prezzi nettamente inferiori rispetto al servizio day use venduto dagli hotel tradizionali con una flessibilità maggiore rispetto a tutti i nostri competitor poiché offriamo un servizio tagliato su misura rispetto alle esigenze delle persone”.