Discorso Mattarella, Pittalis: “Metta maggiore impegno per l’Isola”

“Sia un difensore delle autonomie”

“Come garante della Costituzione, auspichiamo che il Presidente della Repubblica sia oggi anche un difensore delle Autonomie dalle pulsioni neo-centraliste che caratterizzano l’attuale Governo nazionale”. Così Pietro Pittalis commenta l’intervento di insediamento del Capo dello Stato. “Condividiamo – osserva il capogruppo- la sottolineatura su un’agenda politica che deve mettere al primo posto la lotta alla povertà e le azioni per il lavoro. Così come non può restare inascoltato il richiamo alla necessità che al consolidamento finanziario si accompagni una robusta iniziativa di crescita. Per affrontare la sfida di una crisi che non è solo economica – prosegue Pittalis- e per avviare una stagione di autentiche riforme, giustamente rappresentate come un’urgenza per rinforzare la democrazia, occorre una rinnovata coesione sociale, che passa attraverso una riscoperta del ruolo dei territori, la cui dignità viene spesso calpestata. Nel suo precedente ruolo di giudice costituzionale – sottolinea l’esponente azzurro- il Presidente ha avuto modo di esaminare alcune situazioni che vedono contrapposti lo Stato centrale e la Regione Sardegna, come ad esempio quelle riguardanti in materia erariale. Il nostro auspicio è pertanto che dedichi particolare impegno alla questione sarda, che è la vera opera incompiuta dopo oltre 150 anni di Unità nazionale. Per questo – ha concluso Pittalis- speriamo che il fatto che al Colle ora ci sia un isolano, che dovrebbe avere una certa sensibilità, non sia solo una nota biografica, ma sia un aspetto politico rilevante e foriero di conseguenze concrete”.  


In questo articolo: