Denunciava il caos rifiuti e i tagli degli alberi a Cagliari, chiusa la pagina Facebook del blogger Valerio Piga

Chiusa la pagina del blogger cagliaritano critico contro la giunta Truzzu. “Mi è stata inspiegabilmente rimossa. Sono preoccupato per la democrazia. Capisco che a qualcuno stia dando fastidio però mi auguro che non siate arrivati al punto di farmi una “segnalazione di massa” per farmi fuori”

Denunciava il caos dei rifiuti e il taglio degli alberi a Cagliari, ma Facebook gli ha chiuso la pagina. “Buongiorno a tutti, avevo una pagina molto seguita con circa 11 mila like ma purtroppo mi è stata inspiegabilmente rimossa”, il blogger cagliaritano Valerio Piga commenta così l’accaduto. Tantissime nella pagina di Piga, che muoveva critiche politiche alla giunta Truzzu, le segnalazioni sui cumuli di rifiuti che hanno inquinato la città in questi mesi. Il blogger recentemente aveva anche promosso una raccolta di firme (che ha raggiunto quota 6 mila e 500 firmatari) contro il piano di taglio degli alberi annunciato dell’esecutivo cagliaritano.
“Purtroppo gira brutta aria, sono preoccupato per la democrazia”, aggiunge. “Capisco che a qualcuno stia dando fastidio però mi auguro che non siate arrivati al punto di farmi una “segnalazione di massa” per farmi fuori.
Sarebbe un brutto, vile ed indegno gesto, un ritorno ai tempi bui del nazifascismo quando gli oppositori venivano perseguitati ed i libri o articoli ostili al regime venivano bruciati in piazza.
Ne ho aperto un altra, tanto non mollo”.

In questo articolo: