Ctm, i sindacati attaccano l’azienda: “Subito guanti e mascherine, negli autobus risposte tardive sui possibili contagi”

Oggi il il Ctm con una nota diffusa su Fb ha annunciato che non si potrà più salire negli autobus cagliaritani dalla porta anteriore. Ma i sindacati uniti incalzano: “Avviare procedure di controllo delle aree ricreative o comunque la dove è possibile creare aggregazione, al fine di evitare assembramenti che vadano in contrasto da quanto previsto delle norme. E vogliamo guanti e mascherine”- ECCO TUTTE LE REGOLE DA SEGUIRE SUGLI AUTOBUS, DA OGGI VIETATA LA PORTA ANTERIORE

Ctm, i sindacati attaccano l’azienda: “Subito guanti e mascherine, negli autobus risposte tardive sui possibili contagi”.

Oggi il il Ctm con una nota diffusa su Fb ha annunciato che non si potrà più salire negli autobus cagliaritani dalla porta anteriore. Ma i sindacati uniti incalzano: “Avviare procedure di controllo delle aree ricreative o comunque la dove è possibile creare aggregazione, al fine di evitare assembramenti che vadano in contrasto da quanto previsto delle norme. E vogliamo guanti e mascherine”.

Questa la nota di oggi del Ctm, che annuncia le novità negli autobus nei giorni della serrata sul Coronavirus: “Attenzione! Nuove disposizioni per l’ingresso a bordo dei mezzi CTM. La porta anteriore (ad eccezione dei mezzi piccoli sprinter) rimarrà chiusa.
La salita e la discesa sará consentita da entrambe le porte (centrale e posteriore).
Solo per i mezzi piccoli (sprinter) si sale dalla porta anteriore”.

Ma i sindacati parlano di risposta tardiva e inoltrano una serie di altre richieste importanti, anche per la sicurezza dei passeggeri: “Il Coronavirus ha certo sconvolto la vita di tutti ma dobbiamo lamentare che un settore che sta subendo pochissima attenzione è certamente quella del trasporto pubblico locale.

Tutte le aziende del Nord Italia dovendo comunque garantire la mobilità alle persone hanno attuato tutta una serie di provvedimenti atti alla prevenzione da contagio del personale impegnato in questo tanto delicati quanto esposto servizio.

Tutte le Organizzazioni Sindacali hanno da subito lavorato per cercare di sensibilizzare l’azienda CTM Spa di Cagliari, eccellenza nazionale, a preservare i lavoratori. La risposta aziendale è però arrivata tardivamente e del tutto irrisoria creando forte preoccupazione tra il personale in particolare tutte quelle figure che lavorano a stretto contatto con il pubblico come i conducenti e gli addetti dei CTM Point. note sindacali delle OO SS:

Questa l’ultima nota sindacale di FILT CGIL, FIT CISL, UIL TRASPORTI, UGL TRASPORTI, CISAL FAISA, CSS. “Riteniamo che presi gli accorgimenti di cui sopra, i guanti e la mascherina debbano essere usati per tutto il periodo della corsa. Puntualizziamo che il conducente che dovesse trovarsi in condizioni di difficoltà respiratoria e/o febbre debba restare assolutamente a casa come stabilisce il decreto e non alla guida del mezzo, riteniamo inoltre assolutamente fuorviante che il conducente debba verificare e valutare l’utenza che possa manifestare i sintomi del virus. Ricordiamo che non sempre i positivi al virus manifestano gli stessi sintomi, infatti molti sono asintomatici. Ribadiamo ancora, che i conducenti non sono medici e non hanno le competenze necessarie per poter valutare chi in realtà è positivo o potrebbe esserlo al virus.

Puntualizziamo ancora che se un utente sale nella portina anteriore e il conducente valuta che si trova in condizione di utente sospetto, nulla servirebbe mettersi la mascherina dopo.

  • Chiediamo la sanificazione dei bagni con una frequenza superiore. Chiediamo che alle biglietterie di Quartu e P.zza Matteotti, CTM Point vengano dati i kit necessari.Chiediamo che i fornitori non si rechino nei nostri uffici ma vengano studiati metodi alternativi.

Noi non chiediamo di fermare l’intero servizio ma solo che venga interdetta la zona anteriore degli autobus a ridosso del posto guida, che vi sia una dichiarata riduzione del carico massimo delle vetture, che il personale in servizio amministrativo possa lavorare da casa e altre considerazioni facilmente deducibili dalle nostre tre note.

  • Presa in servizio personale di guida e consegna tabelle.
    Più personale assegnato alle procedure di consegna delle tabelle, utilizzando anche il personale di verifica non idoneo alla guida, facendo in modo di non creare assembramento nei luoghi chiusi, regolando gli accessi e snellendo il più possibile la procedura, consegnando le stesse complete di foglio di percorrenza e numero di vettura già assegnato
  •   Attivare procedure chiare a riguardo del personale addetto al soccorso tecnico dei mezzi su interventi con la presenza di passeggeri a bordo
  •   Avviare procedure di controllo delle aree ricreative o comunque la dove è possibile creare aggregazione, al fine di evitare assembramenti che vadano in contrasto da quanto previsto delle norme;
  •   Modificare la procedura prevista per l’incarrozzamento dei disabili riguardo all’apertura e chiusura della pedana;
  •   Attivare delle procedure chiare e idonee ad evitare, nell’eventualità, un sovraffollamento nei mezzi aziendali che non rispetti le chiare norme di sicurezza
  •   Attivazione immediata dello “ smart working “ per i settori amministrativi
  •   Procedere all’interruzione di tutte le visite mediche di tutto il personale e non solo quelledei conducenti.
  •   Visto il parere di diversi medici luminari che ritengono opportuno l’utilizzo di mascherine idonee al contenimento del contagio da COVID-19 si chiede che venga disposto il suo utilizzo”.
  • Questa la sintesi della nota inviata da tutte le principali organizzazioni sindacali dei lavoratori del Ctm, e questa volta non si tratta soltanto del sindacato Orsa ma di Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Cisal e Css.
  • Il Ctm con una nota di ieri ha però ulteriormente precisato come siano previste queste importanti regole a bordo degli autobus che viaggiano su Cagliari e hinterland: “Tutti i mezzi continuano ad essere oggetto di sanificazione straordinaria come previsto dal DPCM. Il personale di guida ha ricevuto le indicazioni elaborate dall’Istituto Superiore della Sanità che, nei prossimi giorni, verranno posizionate anche a bordo per i passeggeri.Inoltre sono in vigore le seguenti indicazioni su tutti i mezzi CTM:

    La porta anteriore del bus verrà mantenuta chiusa. La salita e la discesa dei passeggeri sarà pertanto possibile dalle altre porte.

    I passeggeri non possono superare il nastro bianco-rosso che delimita l’area in corrispondenza del posto guida del conducente.

    I passeggeri devono mantenere una distanza interpersonale di almeno un metro, distribuendosi all’interno dell’abitacolo.

    La vendita dei titoli di viaggio a bordo da parte dei conducenti è sospesa. I passeggeri sono quindi invitati a munirsi di titolo di viaggio presso biglietterie e rivendite autorizzate o utilizzare l’app Busfinder”

 

 


In questo articolo: