Covid, la Sardegna è l’unica regione dove i contagi non scendono

Secondo le rilevazioni Agenas, in tutte le altre regioni i casi di contagio sono in calo e la pressione sugli ospedali si allenta. In Sardegna, ed è l’unico caso, la situazione non migliora, anzi i ricoveri aumentano. E intanto le città continuano a essere deserte con negozi e ristoranti deserti.

La Sardegna è l’unica regione in Italia dove i contagi da Covid non scendono, anzi aumentano i ricoveri e sale la pressione su ospedali e terapia intensive. Secondo le ultime rilevazioni Agenas, in tutte le altre regioni italiane c’è un consistente calo dei contagi, con conseguente diminuzione dei ricoveri e allentamento della pressione sulle terapie intensive. La Sardegna, invece, è in controtendenza: i contagi non calano, anzi nell’ultima settimana si è registrato un aumento di oltre il 13%, e la pressione negli ospedali e nelle terapie intensive si fa sempre più forte.

Inevitabile che le città siano praticamente deserte. Vuoti i negozi di abbigliamento e i ristoranti, i commercianti lamentano una totale assenza di clienti. La paura, insomma, può più del lockdown: se quando non si poteva uscire di casa si cercava ogni stratagemma possibile per poterlo fare, ora invece si tende a chiudersi in casa per rischiare il meno possibile. E’ di oggi l’Sos dei 5 Stelle all’assessore della Sanità Nieddu: troppi sardi hanno il green pass in scadenza e non possono prenotare il vaccino prima di marzo o addirittura aprile, spiega il consigliere regionale Ciusa. Questo rischia di compromettere ancora di più l’economia, con tantissima gente in più che sarà costretta a restare in casa, spiega il consigliere pentastellato. A questo proposito, l’assessore Nieddu ha annunciato open day dedicati ai booster per chi ha il green pass in scadenza.


In questo articolo: