Coronavirus, le lacrime della figlia di Natalina di Cagliari: “Grazie per tutto”

La donna si è spenta al Santissima Trinità, è risultata positiva al virus. Il ricordo di Stella Podda: “Una madre esemplare che ci ha insegnato a vivere mettendo al primo posto l’onestà”. Partita anche una raccolta fondi per pagare le spese del funerale

Una casalinga “esemplare” e che ha “amato tutti i suoi cinque figli, insegnandoli i valori più importanti, partendo da quello dell’onestà”. Ecco chi era Natalina Meloni, l’ottantenne morta ieri al Santissima Trinità di Cagliari: la donna era positiva al Coronavirus. “Mia madre è nata in via Giardini e, sin da giovane, si è trasferita nella zona di Is Mirrionis. Ha lavorato qualche anno da Costamarras nel Largo Carlo Felice, poi si è sposata e ha sempre pensato alla famiglia”. I ricordi si affollano nella mente di una delle figlie, Stella Podda: “Sempre sorridente e solare, il marito, morto qualche anno fa, è stato autista del Ctm. È stato straziante non poterle dare l’ultimo addio”, confessa, con la voce rotta dall’emozione, la 50enne. Il riferimento è al funerale: con le regole stringenti per evitare possibili contagi da Covid-19, infatti, sono vietate le classiche cerimonie. “Ci siamo viste l’ultima volta l’otto aprile, quando l’hanno portata al Santissima Trinità. Era stata dimessa da poco dal Policlinico di Monserrato ed era felice di essere tornata nella sua casa, anche se continuava ad avere problemi respiratori. Il tampone effettuato, purtroppo, aveva confermato la sua positività al virus. È morta ieri, poco dopo le quindici”.

Un dolore immenso, quello dei familiari dell’ottantenne. Un’altra figlia, Barbara, 42 anni, ricorda Natalina Meloni come “una madre forte, che ha saputo far fronte a tante difficoltà nella vita ma che non ci ha mai fatto mancare nulla. Abbiamo organizzato una raccolta fondi per pagare le spese del suo funerale”. Chi volesse aiutare può contattare la figlia direttamente su Facebook al seguente link: https://www.facebook.com/barbara.puddu.39

FOTO: a sinistra Natalina Meloni, a destra Stella Podda


In questo articolo: