Contagi in aumento, stop alle visite dei parenti al Brotzu, Microcitemico e Oncologico

Porte nuovamente sbarrate nei tre ospedali, l’aumento dei casi di Coronavirus porta a una scelta drastica: “Valuteremo i casi nei quali è indispensabile la presenza di un visitatore”

Il recente incremento della curva dei contagi da COVID-19 rende necessario il temporaneo stop alle visite dei parenti dei pazienti ricoverati nei tre presidi (San Michele – Microcitemico e Businco) dell’Azienda Ospedaliera G. Brotzu, a partire da domani 3 settembre 2020. 
Lo comunica in una nota il Commissario Straordinario dell’Azienda Ospedale G. Brotzu Paolo Cannas, precisando che: “Sino a diversa disposizione di questa Direzione Generale, è temporaneamente sospeso, per il tempo strettamente necessario alla comprensione dell’evoluzione della curva epidemiologica, l’accesso agli Stabilimenti Ospedalieri “San Michele”, “Businco” e  “Cao” dei visitatori dei pazienti nonché degli informatori scientifici. Saranno oggetto di valutazione da parte dei Direttori di Stabilimento Ospedaliero – continua Cannas –  la concessione di deroghe alla presente rispetto a casi specifici ove è imprescindibile la presenza di un visitatore.”


In questo articolo: