“Concerti in onore del Santo Padre” al Conservatorio

Dal 21 settembre al 4 ottobre coinvolte basiliche e chiese, ma anche l’Auditorium del Conservatorio e il Seminario Arcivescovile


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Un itinerario di cultura e spiritualità con il ciclo dei “Concerti in onore del Santo Padre” organizzati dal Conservatorio “G. Pierluigi da Palestrina” di Cagliari – con il patrocinio della Commissione Organizzativa “Papa Francesco in Sardegna” e l’Arcidiocesi di Cagliari, con il contributo dell’Agenzia regionale Sardegna Promozione, in collaborazione con la Caritas – e incastonati nel programma delle manifestazioni curate dalla commissione organizzativa in occasione della visita del Pontefice nell’Isola.

Il progetto s’ispira allo spirito evangelico e ai principi di solidarietà affermati da Papa Francesco, coniugando il fascino della musica classica e l’invenzione jazzistica all’incanto della poesia, e privilegiando, accanto alle più suggestive architetture del sacro – le chiese della Marina e di Stampace, la Basilica di Santa Croce in Castello – e all’Aula Magna del  Seminario Arcivescovile e l’Auditorium del Conservatorio, i luoghi del dolore e della speranza, in cui più forte risuona la parola di Cristo.

Le note di Haydn, Haendel e Bach, Mozart e Rossini, Gounod e Faurè,  riecheggeranno dal 21 settembre al 4 ottobre tra cupole e navate, sale e cappelle, per giungere fino all’Ospedale Oncologico e all’Hospice (la casa di accoglienza per malati terminali e loro familiari), oltre le mura della Casa circondariale di Buoncammino e nell’Istituto penale minorile di Quartucciu, nelle case per anziani e nelle case-famiglia. Tra gli eventi, affiora il segno forte della solidarietà, in particolare nelle iniziative di solidarietà promosse dalla Caritas in favore degli indigenti di Buenos Aires e della Sardegna (tutti i concerti saranno a ingresso libero; ma ci sarà anche possibilità, per chi lo volesse, di offrire un concreto sostegno ai più bisognosi e agli ultimi).

Tra i protagonisti dei Concerti in onore del Santo Padre, artisti di spicco di tutta l’Isola provenienti dai Conservatori di Cagliari e di Sassari: il Conservatorio “G. Pierluigi da Palestrina” nell’azione promotrice del suo direttore la professoressa Elisabetta Porrà, si è fatto catalizzatore della generosità di docenti, allievi e musicisti professionisti, che hanno offerto gratuitamente la propria disponibilità, come lo stesso personale del Conservatorio, per rendere possibile la realizzazione del progetto. L’istituto di alta formazione artistica e culturale cagliaritana si conferma,  grazie alla generosità degli artisti e di tutte le persone coinvolte,  un motore della cultura e dell’arte nel territorio e insieme, in virtù della collaborazione con la Caritas, della solidarietà.

 
Ad inaugurare l’itinerario sonoro e spirituale dei  Concerti in onore del Santo Padre sarà – sabato 21 settembre alle 21 nella Chiesa di Sant’Eulalia, nello storico rione della Marina a Cagliari l’Orchestra da camera del Conservatorio diretta da Giacomo Medas, con “Le ultime sette parole di Cristo sulla Croce”, dal capolavoro di Franz Joseph Haydn con la voce recitante di Don Albino Lilliu (che cura anche i testi), per un momento di riflessione spirituale e d’arte in attesa dell’arrivo del Pontefice. Suggellerà simbolicamente la rassegna – venerdì 4 ottobre alle 18 nell’Auditorium del Conservatorio – il concerto dell’Orchestra giovanile del Conservatorio diretta da Elisabetta Maschio, sulle note di Johann Pachelbel, Charles Gounod, Jean-Philippe Rameau e Gabriel Fauré; per dar voce a “La speranza: i giovani” e insieme passare idealmente il testimone alla città di Assisi,  che accoglierà il Santo Padre proprio il 4 ottobre, nel nome della Pace.

 
L’ingresso ai concerti è libero e sarà possibile aderire alle varie iniziative di solidarietà promosse dalla Caritas Sardegna, e partecipare alla raccolta fondi intitolata “1 euro per i poveri della Caritas di Buenos Aires” fortemente voluta da Papa Francesco.