Carrozzina danneggiata in aereo durante il volo, disabile bloccata a Cagliari

Anita Pallara, presidentessa dell’associazione Famiglie Sma, si trova a Cagliari in vacanza, ma impossibilitata a muoversi. Al termine del viaggio in aereo ha trovato la propria carrozzina rovinata e inutilizzabile. “È come se da ieri improvvisamente mi avessero tagliato le gambe e le braccia, senza avvertirmi, senza anestesia”

La sua carrozzina, nuova di zecca, è stata danneggiata durante il volo. E Anita Pallara, disabile, presidentessa dell’associazione Famiglie Sma, si trova a Cagliari in vacanza, ma impossibilitata a muoversi.

“Martedì 6 luglio 2021 parto da Bari con il volo Ryanair destinazione Cagliari”, racconta la donna nel proprio profilo Facebook, “preparo tutta la documentazione richiesta per viaggiare con una semplice carrozzina elettrica, pago un biglietto normale come tutti nonostante il mio (come quello di tutte le persone disabili) non sia un trattamento normale. Mio padre (o mia madre) si occupano di organizzare la carrozzina pronta per essere imbarcata, stacchiamo i contatti, imballiamo il joystick, facciamo vedere come sbloccare e bloccare i freni per muoverla a mano”.

Anita aggiunge che Ryanair non ha uno spazio dedicato in stiva, le carrozzine vengono caricate come bagagli, mentre per lei si tratta di “una cosa sacra”.

“Risultato”, aggiunge, “arrivo a Cagliari e mi ritrovo con una carrozzina completamente inutilizzabile, sono lontana da casa, non mi posso muovere e la mia carrozzina nuova (aprile 2021) per un banale volo aereo è distrutta.

Le carrozzine non sono oggetti. È come se da ieri improvvisamente mi avessero tagliato le gambe e le braccia, senza avvertirmi, senza anestesia. È un dolore e una violazione dei propri diritti e del proprio corpo inimmaginabile. Ora non so come evolverà la questione, so per certo che questa cosa deve finire. Chiedo a tutti di condividere e aiutarmi a fare casino”.

La replica di Ryanair.La passeggera in viaggio da Bari a Cagliari (06 luglio), purtroppo non ha preallertato Ryanair fornendo i dettagli specifici della sua sedia a rotelle prima del volo”, spiega in una nota la compagnia, “per garantire che i passeggeri che viaggiano con la propria sedia a rotelle elettrica possano essere ospitati a bordo, è necessario compilare online un modulo dedicato al dispositivo di mobilità elettrica prima della partenza.

Purtroppo, poiché a Ryanair non sono stati forniti i dettagli specifici della sedia a rotelle della signora Pallara, è stato impossibile farle sapere se i requisiti erano adeguati per il trasporto sui nostri aeromobili.

 Ryanair è sinceramente dispiaciuta dell’esito di questa situazione e stiamo continuando ad assistere la passeggera e la sua famiglia”


In questo articolo: