Capoterra, sì al nuovo polo scolastico a Rio San Girolamo realizzato dalle archistar

Da Roma arriva l’ok al progetto da 2,9 milioni. Ruspe sulla scuola di Su Loi, ricostruita accanto a quella materna di via Europa. In azione le archistar Renzo Piano e Stefano Boeri. Il sindaco Garau: “Sarà un polo didattico innovativo ed efficiente”

A Capoterra sta per partire la rivoluzione delle scuole. Il progetto presentato dal Comune ha ottenuto il sì, decisivo, del ministero dell’Istruzione. E a Su Loi e Rio San Girolamo, presto, arriveranno le ruspe: nel primo caso per demolire l’attuale scuola, nel secondo per ricostruirla, moderna ed efficiente, poco prima di Poggio dei Pini. Sono 2,9 i milioni chiesti dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Beniamino Garau. Il progetto è stato approvato: accanto alla scuola materna realizzata nel 2016, in via Europa, a un tiro di schioppo dalla Strada comunale dei Genovesi, sorgerà anche l’istituto elementare, disegnato dalle archistar Renzo Piano e Stefano Boeri. Saranno loro a preparare il progetto preliminare e consegnarlo direttamente al Comune.
“Tra i 216 Comuni in tutta Italia e tra i 7 sardi, con un grande e duro lavoro abbiamo ottenuto i fondi del Pnrr per la demolizione e ricostruzione di un nuovo edificio scolastico innovativo”, spiega il sindaco Garau. Le scuole materne e quelle elementari “permetteranno alla nostra comunità di avere un polo didattico innovativo ed efficiente garantendo cosi strutture innovative su un progetto di piattaforma nazionale gestito dal Miur e con la partecipazione di archistar come Renzo Piano e Boeri. Ci tengo a ringraziare per il grande lavoro svolto l’ufficio Lavori Pubblici e l’ amministrazione comunale per questo grande traguardo”.


In questo articolo: