Capoterra, scoperto il ristoratore furbetto: la Finanza svela il trucco e scatta la maxi sanzione

Le Fiamme Gialle, durante le attività ispettive, hanno riscontrato che le operazioni commerciali segnalate non avevano trovato corrispondenza in contabilità e che conseguentemente erano state eseguite “in nero”: a conclusione del controllo è risultato che il soggetto ha sottratto al fisco ricavi per complessivi 15.000 € ed omesso di dichiarare e versare I.V.A. per 3.150 €

Nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, le Fiamme Gialle della Tenenza di Sarroch hanno concluso un controllo nei confronti di una società’ operante nel settore della ristorazione a Capoterra.

 L’attività ispettiva è scaturita a seguito di una segnalazione da parte di un altro Reparto del Corpo che, all’esito dei controlli effettuati nei confronti di un altro contribuente attraverso l’utilizzo di indagini finanziarie, ha evidenziato l’esistenza di rapporti commerciali con l’azienda oggetto di controllo.

 L’azione dei Finanzieri è stata quindi orientata alla verifica del regolare assolvimento degli obblighi fiscali in relazione ai ricavi percepiti.

Le Fiamme Gialle, durante le attività ispettive, hanno riscontrato che le operazioni commerciali segnalate non avevano trovato corrispondenza in contabilità e che conseguentemente erano state eseguite “in nero”: a conclusione del controllo è risultato che il soggetto ha sottratto al fisco ricavi per complessivi 15.000 € ed omesso di dichiarare e versare I.V.A. per 3.150 €.


In questo articolo: