Cagliari, nuova vita per San Benedetto: “Mercato con terrazza panoramica e aperto anche la sera”

In cassa 41 milioni per la riqualificazione del mercato civico. L’annuncio di Truzzu: “Permetterà di estendere l’apertura anche nelle fasce orarie serali e consentirà il recupero dell’invenduto attraverso cicli di offerta del prodotto locale tradizionale”. Il via ai lavori previsto tra un anno. All’esterno un boulevard di bancarelle

Un nuovo mercato civico con terrazza panoramica, aperto anche la sera e con un boulevard di bancarelle all’esterno. L’annuncio è del primo cittadino Paolo Truzzu. “Ho iniziato il mio mandato con una delibera sulla riqualificazione dei mercati cittadini”, ha sottolineato il sindaco, “tra cui il Mercato di San Benedetto, realizzato alla fine degli anni 50 e inaugurato nel 1957. Sappiamo tutti come l’attuale struttura sia obsoleta, inadeguata alle necessità e presenti numerose disfunzioni per i cittadini e per gli operatori. Oggi abbiamo incontrato i concessionari del Mercato per condividere il progetto di riqualificazione e ufficializzare l’ottenimento delle risorse necessarie: 41 milioni di euro dei fondi PNRR della Città Metropolitana”.

Truzzu ha definito positivo l’incontro, nel corso del quale è stato presentato l’investimento per il nuovo mercato che sarà a basso consumo energetico, non perderà la sua identità storica e sarà completamente rinnovato all’interno, avrà il terrazzo all’ultimo piano fruibile e sarà circondato da nuove aree esterne, ottimizzando il posizionamento delle bancarelle come un moderno boulevard, ricco di servizi e funzionale, con stalli preinstallati ed esteticamente omogenei che saranno messi a disposizione degli esercenti.

Nel budget previste anche le risorse necessarie per la realizzazione di un mercato temporaneo, che garantirà continuità alle attività commerciali e i servizi ai cittadini.

“Ci siamo posti l’obiettivo di realizzare un mercato bello, moderno, più accessibile e sostenibile. Questo permetterà di estendere l’apertura anche nelle fasce orarie serali e consentirà il recupero dell’invenduto attraverso cicli di offerta del prodotto locale tradizionale del nostro mercato civico. Patrimonio della nostra città, un pezzo della nostra storia che guarda al futuro”, ha concluso il sindaco.

I lavori tra un anno. Per la sede provvisoria del mercato l’idea è quella di piazza Nazzari, ma serviranno ulteriori verifiche.

 

 

 


In questo articolo: