Cagliari,nella sede Equitalia lo striscione choc:”Ora suicidatevi voi”

La scritta choc  in uno striscione appeso nella sede di Equitalia a Cagliari.

“E adesso suicidatevi voi”, è lo striscione che è stato appeso questa notte nella sede Equitalia di via Asproni a Cagliari. L’ufficio oggi deserto poichè il personale in sciopero per protestare contro la riorganizzazione dell’ente che prevede il licenziamento di centinaia di dipendenti anche in Sardegna. Qualcuno non ha perso tempo e ha lasciato questo striscione che è stato però rimosso quasi subito. Scritta che inesorabilmente rimanda alle tantissime vittime strozzate dai debiti accumulati con Equitalia, ma che ovviamente non dipendono dai dipendenti, che svolgono solamente il loro lavoro. 

Il blitz è stato rivendicato pochi minuti fa dal gruppo Anti-Equitalioti che scrive “la nostra è la risposta  allo sciopero ” Fabi ” ( Sindacato dipendenti bancari ), che non vuole concorsi o selezioni  ma ripristinare l‘aggio di riscossione (ai danni degli utenti morosi per difficoltà), per garantirsi, a prepotenza, lo status di intoccabili accozzati . E aggiungono “Renzi mercoledì ci snetirà: BASTA REGALI ALLE BANCHE : ai veri evasori dei paradisi fiscali UE, i banchieri padroni di Bankitalia, per i loro 10.000 esuberi, già parcheggiati “provvisoriamente” in Equitalia, l’ erario versa stipendi e contributi, prelevandoli dai pagamenti dei poveri utenti vessati. Senza concorso pubblico e con contratto privato bancario (da 14 mensilità), la pubblica funzione, in sfregio ad ogni principio costituzionale di trasparenza e legalità, abdica ancora ai comodi dei poteri forti, ladri così, anche dei posti di lavoro altrui.”

 

(notizia aggiornata 18:51)


In questo articolo: