Cagliari, un autovelox a Monte Urpinu contro le folli corse di auto in viale Europa: “Proteggiamo i residenti”

I problemi della sicurezza urbana a Cagliari sono stati approfonditi stamani nella riunione della Commissione politiche per la sicurezza presieduta da Marcello Polastri, intenzionato a coinvolgere altre Commissioni consiliari per risolvere, tra i vari problemi, anche quelli che turbano la quiete dei residenti di Monte Urpinu

Cagliari, un autovelox a Monte Urpinu contro le folli corse di auto in viale Europa: “Proteggiamo i residenti”.

I problemi della sicurezza urbana a Cagliari sono stati approfonditi stamani nella riunione della Commissione politiche per la sicurezza presieduta da Marcello Polastri, intenzionato a coinvolgere altre Commissioni consiliari per risolvere, tra i vari problemi, anche quelli che turbano la quiete dei residenti di Monte Urpinu e dintorni.

E’ stato anche l’Assessore Carlo Tack, in apertura di seduta, a soffermarsi sui problemi del quartiere di Monte Urpinu, dovuti, soprattutto, “alle gare d’auto e di moto”  che  “rappresentano un serio problema di sicurezza a Cagliari. Monte Urpinu – ha detto l’Assessore Tack – è un’area sensibile diventata terra di conquista per bene organizzate gare clandestine di velocità”. Addirittura ci sarebbero anche dei “pali, persone che guardano e segnalano l’arrivo della Polizia”.  IL COMUNE non è stato certo a guardare: “Per diversi fine settimana sono stati disposti accertamenti in accordo con varie forze dell’ordine, come la Guardia Finanza, e persone segnalate. Una persona – ha sostenuto l’Assessore – è stata inseguita dalle forze di Polizia fino alla zona di Soleminis”. Ma sono “i possibili deterrenti che, se entrerebbero in azione – secondo il Presidente della Commissione Marcello Polastri – potrebbero porre fine ad una situazione che preoccupa, e che necessita si efficaci soluzioni”.

LE PROPOSTE. Tra le proposte, sono state proposte alcune soluzioni, come “quella di installare un eventuale autovelox” ha detto Tack, per poi chiarire che “Monte Urpinu è diventato un punti di riferimento per chi abita in città e per chi giunge da fuori Cagliari. Mi piacerebbe capire con la Commissione come potremmo e con quali iniziative possiamo risolvere, al di là degli interventi della Polizia che deve intervenire per bloccare chi ad altissime velocità fa gare, mentre famiglie portano delle persone al parco”. STRATEGICO, per la Commissione politiche per la sicurezza, potrebbe essere lo studio delle più recenti normative che, “in modo più ampio, rispetto al passato  – ha concluso Polastri – potrebbe consentire appunto di installare eventuali autovelox in aree sensibili come a Monte Urpinu, dove vi è una scuola come fatto da altri Comuni”.


In questo articolo: