Cagliari, salta l’accordo Cellino-Fluorsid: ora spazio all’offerta Usa

Cellino dice no all’offerta della società sardo-malanese per rilevare il club rossoblù, nelle prossime ore incontro con il Fondo americano interessato a squadra e stadio

Cagliari, nessun accordo tra Fluorsid  e Cellino. Fumata nera nella notte dall’incontro che avrebbe dovuto sancire la cessione del club rossoblù alla società sardo-milanese di Tommaso Giulini con sede a Macchiareddu. L’offerta di 40 milioni di euro non ha fatto trovare un punto d’incontro tra le parti.

E ora si riapre la trattativa con il Fondo Usa pronto ad incontrare il patron rossoblù nelle prossime ore. Qui i dettagli della compravendita si fanno decisamente più interessanti prima di tutto in termini economici: sul piatto ci sarebbero oltre 80 milioni di euro, il doppio rispetto all’offerta della Fluorsid, solo per rilevare la società. Senza dimenticare che il gruppo statunitense è interessato anche a costruire uno stadio nuovo di zecca al posto del vecchio Sant’Elia, con un progetto dell’archistar Dan Meis, e ad investire nel territorio cagliaritano.