Cagliari, prezzi folli per un cocktail: in discoteca costa dieci euro

Tutti pazzi per lo spritz, ma quasi mai è low cost nei locali notturni cagliaritani

Il costo standard per un cocktail in un locale di Cagliari è di sette euro, dieci in discoteca. Il prezzo scende per i drink analcolici, sei euro in alcuni locali, quattro in altri. Tra i più richiesti lo spritz, l’aperitivo diventato quasi una moda per gli amanti della movida cagliaritana, e la vodka con redbull. Ma anche il classico mojito, il caipiroska alla fragola, caipirinha, black russian, lo stinger e l’americano.”Nel mio locale il più richiesto è il negroni – spiega Sandro Mascia del Caffè Barcellona, nel quartiere della Marina –  ma anche lo spritz, un aperitivo che io offro a quattro euro”.

Se nei locali il costo medio per un cocktail o un aperitivo è di sette euro, il listino prezzi cambia nelle discoteche dove la tendenza è quella di richiedere un tavolo in gruppo e dividersi la spesa: 120 o 150 euro, a seconda della tipologia. Un metodo che permette agli amanti della movida di risparmiare: 25 euro a testa con più consumazioni a disposizione, anziché 20 o 15 euro da pagare all’ingresso compreso un solo drink. È quello che succede, per esempio, al Cocò discoclubbing di via Newton, molto frequentato dai giovani cagliaritani nel week end. Il cocktail preferito dai cagliaritani? La vodka, liscia o alla fragola soprattutto, con la redbull. Mentre per il pre dinner il più richiesto è lo spritz diventato l’aperitivo alcolico di tendenza tra i ragazzi e i meno giovani, anche per il costo più accessibile rispetto agli altri drink e aperitivi.


In questo articolo: