Cagliari, i nonnini sprint di Terramaini: “Abbiamo sconfitto il maledetto Covid, ora potremo riabbracciare i nostri cari” (VIDEO)

La stanza degli abbracci arriva nella casa di riposo. Natalina Vistosu, 92 anni, occhi bagnati dalle lacrime, non vede i figli “da tanti mesi, solo qualche saluto a distanza”. Teresa Scano, 82 anni, ha battuto il virus: “Un mese positiva, sono guarita e spero di poter riabbracciare dal vivo mia sorella”. GUARDATE le VIDEO INTERVISTE

Blindati, isolati da tutto e da tutti per salvargli la vita. Gli anziani ospiti della casa di riposo di Terramaini a Cagliari hanno i volti che raccontano tristezza e attesa. La prima volta che viene lenita dalle cure e attenzioni continue del personale, delle assistenti e del direttore. La seconda è scandita dal ritmo di quel maledetto Coronavirus che ha mietuto vittime, purtroppo, anche lì dentro. Visite vietate, figli e parenti visti o attraverso il fredod schermo di uno smartphone o a debita distanza, oltre i cancelli di quella struttura immersa nel verde e nella serenità a un pugno di passi dal maxi parco e dalla caotica viale Marconi. Sono 60 gli ospiti attuali, età media di oltre 80 anni e tanta, tanta voglia di vivere, sorridere e tornare ad emozionarsi con un abbraccio lungo ai propri cari. Da oggi è possibile grazie alla nuova e super protetta stanza degli abbracci. Un separé in plastica è la protezione principale tra le due persone di turno, poi ci sono gli spazi per infilare braccia e mani e far sentire tutta la propria vicinanza e calore al caro di turno.
Natalina Vistosu ha 92 anni e vive nella casa di riposo dal Capodanno del 2020. Poche settimane più tardi lo scoppio della pandemia: “Sono emozionata e contenta, oggi siete venuti a trovarci in tanti. Aspetto di poter incontrare e abbracciare i miei figli, qualche giorno fa ne ho potuto vedere uno ma a distanza, solo un saluto con la mano”, racconta in lacrime la nonnina, “tutto per colpa del Covid. Nella vita ho lavorato, per tanto tempo ho cucito”. Oggi l’abbraccio nella stanza speciale con l’assessora comunale alle Politiche sociali Viviana Lantini, “la conosco bene, è stata insieme a noi il Capodanno di due anni fa. Adesso aspetto mio figlio”. Teresa Scano, 82 anni, è l’ultima ospite ad aver vinto la lotta contro il Coronavirus: “Positiva per un mese. Non è stata una forma grave, diciamo che il virus ha appesantito gli altri mali che ho”, spiega. “Sono guarita il 13 maggio scorso, il giorno della Madonna di Fatima. Qui sto bene, sono coccolata e seguita e il direttore e l’assistente sociale sono sempre dolci e presenti. Fuori ho mia sorella, anche lei sta male. Se potessero portarla sin qui vorrei tanto vederla e abbracciarla”. Nella nuova stanza degli abbracci, naturalmente.


In questo articolo: