Cagliari, stretta sulla movida: multati e sospesi due minimarket di Marina e Castello per alcolici “proibiti”

Controlli a tappeto della Polizia Locale: due locali multati e sospesi, scattano molte multe anche per chi non indossa la mascherina in strada a Cagliari

Cagliari, stretta sulla movida: multati e sospesi due minimarket di Marina e Castello per alcolici “proibiti”.

Numerosi i controlli eseguiti ieri sera: in particolare un pubblico esercizio di somministrazione di bevande anche alcoliche ubicato nel quartiere di Castello è stato sanzionato perché dopo le 21 effettuava la vendita per asporto di bevande alcoliche a due avventori maggiorenni. Per il titolare una sanzione di 500€ e la segnalazione al Servizio delle Attività Produttive del Comune per l”adozione del provvedimento di sospensione del titolo abilitativo. Stesso provvedimento anche per un minimarket ubicato nel Quartiere di Marina che commetteva la stessa violazione. Anche per lui 500€ di sanzione e procedura di sospensione dell’attività. Inoltre sono stati sanzionate alcune persone che non indossavano la prescritta mascherina che dovrà pagare una sanzione di 400 € (280 se pagata entro 5 gg) e qualcuno che dopo le 21 consumava bevande coliche in contenitori di vetro.

Non sono mancati i controlli stradali con diverse sanzioni per soste irregolari di veicoli. I controlli della Polizia Locale proseguiranno anche stasera e domani e nelle prossime settimane, che vedranno la Sardegna ancora in “zona bianca”, per contribuire al rispetto delle misure anticontagio finalizzate al contenimento della diffusione del coronavirus ed alla ripresa delle attività nel rispetto delle disposizioni e a tutela di tutti coloro che si stanno attenendo alle norme.

 

La Polizia Locale di Cagliari ha intensificato i controlli per il rispetto delle misure di contenimento del virus Codiv-19 e sul rispetto dell’ordinanza del Sindaco anche alla luce di alcuni comportamenti scorretti riscontrati in occasione del primo fine settimana in zona bianca. Durante tutta la settimana il personale della Polizia Locale ha svolto le attività di controllo sul rispetto delle misure anticontagio, previste dalle disposizioni governative, da parte delle persone fermate con particolare riferimento se non fossero destinatarie di provvedimenti di quarantena; inoltre sono stati controllati bar, pub, caffètterie e simili, esercizi di ristorazione, pizzerie, ristoranti etc., verificando che la maggior parte di questi esercizi attua a pieno il rispetto dell’attività di somministrazione al tavolo o al banco e delle specifiche misure anticovid previste dal protocollo che regola l’esercizio di dette attività in questo periodo di pandemia.

 


In questo articolo: