Cagliari, guadagna 307mila euro con la sua ditta di trasporti ma nasconde tutto al Fisco: furbetto nei guai

Tre anni di incassi nascosti allo Stato, le Fiamme Gialle beccano un evasore totale: dal 2016 al 2018 non ha mai presentato la dichiarazione di redditi, riuscendo a evadere anche 90mila euro di Iva

I ricavi, spalmati su tre anni? Trecentosettemila euro, una media di centomila euro l’anno. Tutti soldi guadagnati grazie alla sua ditta di Cagliari specializzata nel settore dei trasporti, ma mai dichiarati al Fisco. Un uomo è stato beccato dai finanzieri del capoluogo sardo: dal 2016 al 2018 non ha mai presentato nessuna dichiarazione dei redditi, risultando quindi un evasore totale. E, come al solito, una grande mano d’aiuto nelle verifiche è arrivata, anche, dallo Spesometro: è bastato ricostruire il reale volume d’affari della ditta, incrociando tutti i documenti prodotti con i dati forniti dai clienti, per accorgersi del maxi buco. Durante i controlli è emerso che l’attività lavorativa non aveva mai subìto nessun tipo di interruzione, anzi. Oltre alla mancata dichiarazione dei redditi, il furbetto non ha mai prodotto nemmeno le carte legate ai costi indeducibili, riuscendo a evitare un’Iva di quasi novantamila euro.

L’intervento svolto dalla Guardia di Finanza si inserisce nel più ampio ed articolato dispositivo della Guardia di Finanza finalizzato al contrasto dell’evasione fiscale, fenomeno che produce effetti negativi per l’economia, danneggia le risorse economiche dello Stato ed accresce il carico fiscale per i cittadini onesti.


In questo articolo: